Quali sono i problemi che i calciatori riscontrano quando giocano in montagna?

Stadio di Calcio in Montagna

 

In tantissimi campionati di calcio come quelli sudafricani, messicani, colombiani, boliviani e così via, vengono giocate della partite ad alta quota, in questo caso il termine non è inteso come per esempio le migliori quote serie A ma si intende l'altitudine, la montagna.

Le partite del campionato italiano non subiscono l'influenza della montagna ma ci sono delle problematiche che ogni squadra deve affrontare quando gioca in stadi che si trovano dai 1000 ai 1700 metri sul livello del mare.


I Mondiali di Messico 1986 e Sudafrica 2010

Proprio questi due eventi sono gli esempi pratici di competizioni in cui i calciatori hanno giocato a più di 1000 metri di altitudine, gli allenatori più meticolosi si sono recati nel luogo dello svolgimento del mondiale anche oltre un mese prima delle gare per fare abituare i calciatori, come fece Bilardo con l'Argentina di Diego Armando Maradona che vinse quel mondiale.

Anche in Sudafrica 2010 si sono avuti gli stessi problemi, sono diverse le caratteristiche quando si affrontano match del genere e bisogna calcolare tutto per risolvere diversi tipi di intoppi.


I problemi di respirazione

Provate a dare un'occhiata sui siti come Betfair prendendo in considerazione campionati boliviani, colombiani, sudafricani, persino partite di nazionali come Messico, Brasile e altre competizioni asiatiche, molto spesso il fattore montagna determina anche una diversa lettura della partita di calcio dove la statistica non può fare niente, proprio perché più si gioca in alto, più si possono avere problemi di respirazione.

Uno studio effettuato nel 2007 dai medici della FIFA ha dimostrato che i primi effetti negativi dell'altitudine sulla respirazione si hanno già a 500 metri, ossia in collina, i problemi che sono stati riscontrati riguardano scarsa resistenza allo sforzo, fiatone e mancanza di fiato, aumento del battito e del ritmo cardiaco e nei casi peggiori astenia, nausea e vertigini.

Oltre i 3000 metri è proprio la performance sportiva nella sua complessità a subire un notevole crollo delle prestazioni.

Questi problemi di respirazione in altitudine durante le performance sportive sono riconducibili all'aria più rarefatta, ossia con minori quantità di ossigeno presenti, questo significa che per inalare la giusta quantità di ossigeno che occorre al sangue bisognerà respirare di più e quando si sta svolgendo una performance sportiva questo fattore diventa determinante.


La fisica della traiettoria del pallone

Un altro problema da non sottovalutare dopo quello fisico è relativo alla fisica della traiettoria del pallone.

L'effetto montagna influisce in maniera determinante perché la pressione dell'aria è meno densa di circa l'11% ogni 1000 metri, questo significa che anche le variazioni di temperatura influiscono sulla traiettoria del pallone, in sostanza, più si sale di altura più il pallone viaggerà veloce, un problema per i portieri ma anche un vantaggio per lo spettacolo.
Abituarsi all'altitudine Per risolvere questi problemi delle prestazioni sportive in altura è importante abituarsi e allenarsi in queste condizioni ambientali, evitare di improvvisare, rivolgersi al medico prima di determinate gare o escursioni e affidarsi a un personal trainer.


Commenta questo Articolo :


Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli:

Ricordami


 

Menù Principale


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: