La Funivia del Colle, pioniera degli impianti a fune

Funivia del Colle Bolzano

Forse in pochi sanno che all'estrema periferia orientale di Bolzano, a pochi metri dall'autostrada, lontano da centro colorato del capoluogo altoatesino, si trova uno degli impianti a fune più importanti d'Italia: la Funivia del Colle (in tedesco Kohlerer Bahn): si tratta infatti dell'impianto a fune destinato al trasporto di persone più antico del mondo (inaugurato il 29 Giugno del 1908)

Essa collega la città di Bolzano con la località Colle di Villa (Herrenkohlern), posta a oltre 1100 metri di altitudine, da cui si gode di un panorama maestoso sulla conca di bolzanina e sulle vallate circostanti.

Il percorso dura 7 minuti e supera un dislivello di 872 m

 

La storia della Funvia del Colle inizia nel 1908 grazie all'impegno dell'albergatore altoatesino Josef Staffler

Colle di Villa è da sempre stata un'ambita località di villeggiatura a relax per gli abitanti di Bolzano, immersa nel verde e punto di partenza per comode passeggiate in quota, ma a inizio secolo la mancanza di una comoda strada per raggiungerla era un freno per molti imprenditori del settore turistico; la funivia fu così la soluzione. Inizialmente era composta da due cabine aperte a 6 posti ed avevano un pavimento a gradoni come le funicolari; le funi erano sostenute da piloni in legno.

Questo progetto però durò solamente fino al 1910 , successivamente vennero sostituite in quanto non rispettavano gli standard di sicurezza per il trasporto di persone. Il nuovo impianto più moderno e all'avanguardia, portò la capienza a 17 posti sostenuti da ben 12 piloni metallici

Il trasporto dei turisti a Colle di Villa fu garantito fino alla seconda guerra mondiale, quando l'impianto fu abbandonato e fortemente danneggiato dai bombardamento (Anno 1943). Nel 1965 la Funivia del Colle fu quasi interamente ricostruita grazie al lavoro della ditta Holzl di Lana, ripercorrendo il tracciato originario; tale struttura è rimasta, seppur con alcune modifiche ed ammodernamenti (come per esempio la capienza portata a 25 posti), fino ai giorni nostri.

 

Nei pressi della stazione a monte è conservata una delle vetture originali della funivia del 1908, mentre presso quella di valle è esposta una delle cabine dismesse nel 2006.

Le stazioni a valle e a monte, così come tutto l'impianto di risalita, sono accessibili a tutti.

La stazione a valle dispone di un comodo parcheggio per le auto.  

Corvatsch Gruppi

 

 

 

 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal:

 


Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Info estese
www.saliinvetta.com