Il Principato di Seborga

Principato di Seborga

 

Il piccolo centro di Seborga, situato sulle alture sanremesi (nell'entroterra tra Ospedaletti e Bordighera), a pochi chilometri dal confine Francese , è da svariati decenni diventato celebre in tutta Italia grazie ad una quasi surreale disputa sul suo presunto diritto di indipendenza dalla Repubblica Italiana.

 

A partire dalla fine degli anni 50, infatti, un gruppo di abitanti del piccolo borgo Ligure iniziò a vantare questo diritto di secessione dallo stato Italiano in virtù di un precedente stato di autonomia di cui avrebbe goduto nei secoli passati, non ritenendo per altro valida l'annessione al Regno di Sardegna.

Il piccolo centro di Seborga ha inoltre avuto la possibilità di coniare una propria moneta, il "petit louis", verso la metà del XVII secolo. Sulla base di questa storica moneta è stato coniato il “luigino” (senza alcun valore legale), ma utilizzabile come buono spendibile in città; suscitando quindi parecchio interesse anche nel mondo del collezionismo numismatico

Il dibattito sulla validità storica di queste tesi è ancora molto attivo, e numerosi dubbi sono stati presentati dagli studiosi. L'unica cosa certa è che questa fama indipendentista è stata abilmente sfruttata dagli abitanti di Seborga nel corso degli anni per attirare l'attenzione dei turisti e dei curiosi in genere sul paese.

Gli abitanti del paese eleggono anche un principe, con funzioni prettamente simboliche, attualmente dal 2010 è Marcello Menegatto ( Marcello I), il quale è sempre coadiuvato da un consiglio di 9 ministri, privi di potere legale

 

Oggi, entrando a Seborga, l'apparenza è veramente quella di entrare in un paese straniero: esiste una frontiera, esistono delle targhe automobilistiche "autonome" affiancate a quelle Italiane, ai richiedenti viene lasciato un passaporto con l'effige del principato, esiste una moneta (il luigino): il tutto naturalmente non riconosciuto dalle autorità Italiane, e quindi con puro valore folcloristico.

 

Al di là della leggenda della presunta autonomia, Seborga (che conta circa 315 abitanti) resta comunque uno dei più bei borghi medievali delle Alpi Liguri, tanto da far parte dei paesi Bandiera Arancione del Touring Club Italiano e fa parte dei Borghi più belli d'Italia.

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: