Scialpinistica in ValSeriana, tra sole poca neve e gesti scaramantici

Nonostante l'incessante caldo anomalo di questi giorni unito all'assenza di precipitazioni, il quale non ha certamente risparmiato i piccoli resort sciistici, noi di Saliinvetta nella giornata di eri siamo riusciti nonostante tutto a concederci una bella e divertente risalita con le pelli.

Scartando la vicina Valsassina abbiamo optato per la Val Seriana in prov. di Bergamo, qui abbiamo deciso di puntare al piccolo comprensorio di Spiazzi di Gromo (700 mt di altitudine alla partenza) che veramente ci sta mettendendo anima e corpo per sparare la neve con i cannoni nonostante non ci sia una temperatura particolarmente redditizia. Paragonandolo con la scialpinistica notturna di giovedì scorso che trovate a questo link, la differenza di neve è notevole, il caldo di questi ultimi giorni soprattutto di venerdì sera l'ha messo veramente parecchio in difficoltà.

Partenza Impianti

Ritornando a noi la partenza è avvenuta di fronte al parcheggio del piazzale, le possibilità di risalita non consentono molte alternative, ancora una volta abbiamo risalito la pista rossa "Pagherolo" che con i suoi 500/550 mt di dislivello conduce al Rifugio Vodala. Durante l'ascesa non abbiamo incontrato particolari difficoltà, la gente come previsto era molto poca, la condizione della neve era discreta a parte qualche tratto pianeggiante dove si creavano dei veri e propri lastroni di ghiaccio pericolosi, prestate soprattutto attenzione nei tratti di vicinanza ai cannoni sparaneve ( i quali erano tutti operativi) in quanto li si potrebbe formare del ghiaccio.

Risalendo la Pista Pagherolo

Raggiunto il Rifugio Vodala abbiamo poi deciso di proseguire, naturalmente senza sci :D , in direzione Timogno, certamente per risalire la vetta occorrevano le scarpe da trekking e non ci siamo limitati ad ammirare il paesaggio sulle valle sottostante ai piedi di esso. Consigliamo se volete seguire la nostra idea di prestare la massima attenzione al fondo ghiacciato, con unito agli scarponi da sci può diventare motivo di caduta.

Nei pressi del Rifugio Vodala

La discesa invece, soprattutto nel tratto iniziale è stata abbastanza difficoltosa, purtroppo i cumuli di neve ghiacciata in pista erano abbastanza diffusi così come qualche piccolo sasso, divertente invece la parte terminale della pista dove le pendenze spianano un pochino, qui soprattutto nelle vicinanze dei cannoni era presente una neve abbastanza godibile.

Vi lasciamo alle foto della risalita e come sempre ad un piccolo Video di chiusura !

Buona giornata a tutti !!!

Gesti scaramantici :)

Monte Timogno sullo sfondo

Ciao a tutti da Giorgio e Alessandro

 

Video :

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: