Dorsale del Bolettone e Sentiero dei Faggi

Classico itinerario nella splendida cornice del Triangolo Lariano, al confine tra la Pianura Padana e le Prealpi, e balconata panoramica privilegiata sul Lago di como e, nelle giornate limpide, su tutto l'arco alpino centro occidentale. Si raggiunge in auto il Faro Voltiano di San Maurizio, tramite la ripida e tortusa strada che da Como sale a Brunate e da li prosegue fino al faro stesso. Da qui si procede lungo la strada, superando un piccolo strappo in pavé per poi giungere al piazzale antistante al Rifugio Cao (980m). Il percorso a questo punto diventa sterrato e prosegue nel bosco semi pianeggiante, costeggiando alcune villette. Il percorso si sposta poi sul versante meridionale della dorsale, immediatamente sotto la cresta, lasciando libero il panorama sulla Pianura Padana. Proseguendo quai in pianura si incontrano in successione tre piccoli rifugi: la Baita Carla (997m), la Baita Bondella (1075m) e la Baita Boletto (1100m). Ora il sentiero si fa più stretto e il fondo più irregolare, piegando a sinistra per costeggiare a nord la cima del Boletto. Dopo circa un quarto d'ora si esce dal bosco alla Bocchetta di Molina, e si percorre un tratto della dorsale di cresta in direzione est. Dopo un breve tratto pianeggiante il sentiero, scavato come un lungo solco nel prato, si impenna e risale la cimetta antistante. Terminata la rampa, si piega  a destra e si percorre un lungo tratto semi pianeggiante o in leggera discesa, incontrando una traccia che proviene dai prati più in basso. Si riprende a salire lungo il crinale edm in circa un quarto d'ora si raggiunge l'enorme croce di vetta del Bolettone (1317m), e da liì in due minuti il sottostante Rifugio bolettone (1310m). Si prosegue sempre in direzione est lungo la carrozzabile, prendendo subito la deciazione sulla destra, con l'indicazione per la Capanna Mara. La traccia inzialmente è ripida e taglia il pendio nord del Bolettone, poi entra nel bosco e prosegue con alcune curca, per poi scendere sempre con buona pendenza la dorsale che conduce alla bocchetta di Lemna(1167m) e alla vicina Capanna Mara (1125m). Risalendo alla bocchetta di Lemna si scende ora dal versante opposto, seguendo le indicazioni per il Rifugio Riella; dopo pochi metri si abbandona la strada principale imboccando il sentiero sulla sinistra, segnalato come Sentiero dei Faggi. La traccia prosegue piuttsto strtta ma abbastanza pianeggiante per circa mezz'ora, tagliando tutto il versante settentrionale del Bolettone e affacciandosi sulla retrostante Val di Gaggia e rispuntando di nuovo alla Bocchetta di Molina, dove si incrocia il sentiero percorso all'andata, ritornando così a San Maurizio.Panorama dal Rifugio CAO

Baita Carla

Baita Boletto

Panorama sul lago

Zoom su Laglio e Brienno

Sentiero verso la cima del Bolettone

Croce di vetta del Bolettone

Rifugio Bolettone

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: