Rifugio Marchett da Versasio (Lc), Via per il Rifugio Stoppani (Sentiero 1)

CARATTERISTICHE

Dislivello: 650 mt

Attrezzatura: Scarpe Adeguate e indumenti per coprirsi, nelle stagione calde portarsi delle bevande

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato: 2,00 Ore

DESCRIZIONE

 

 

Buongiorno amici, la nostra escursione odierna ci condurrà al Rifugio Marchett, una bellissima struttura sita ai Piani d'Erna nel "Vecchio Borgo" composto da una chiesa e poche case, che rappresentava il riferimento per gli alpeggiatori che, in passato, caricavano le malghe circostanti.

 

La partenza è dal Piazzale della Funivia che conduce ai Piani d'Erna , in loc. Versasio (600 mt.). Per raggiungere il Piazzale dovremmo lasciare la SS36 seguendo le indicazioni per Valsassina, superata la prima galleria alla nostra destra prendere l'uscita per Piani d'Erna, al primo bivio prendere le indicazioni per Piani d'Erna-Versasio. Una volta raggiunto l'ampio posteggio possiamo lasciare qui la nostra vettura, ricordo che nei giorni feriali il parcheggio è gratuito, mentre nei festivi e sabato/domenica la tariffa giornaliera è di 2 euro.

 

Versasio, il Piazzale della Funivia

 

Sulla destra rispetto al parcheggio, guardando il Pizzo d'Erna di fronte a noi, è presente un grosso cartello escursionistico di colore giallo, che indica la dicitura di diversi Rifugi e anche l'indicazione "Tutte le Direzioni" , seguiamo i cartelli e ci introduciamo nel bosco. Ora il sentiero prende a scendere piano piano nel bosco senza nessuna difficoltà, seguire sempre i cartelli "Tutte le Direzioni", dopo pochi minuti incrociamo una strada asfaltata, a questo punto girare alla nostra Destra,seguendo anche le indicazioni per : Rifugio Stoppani e Piani d'Erna.

 

Prima parte del percorso

 

Cartelli indicativi per Rifugio Stoppani e Piani Erna

Dopo un centinaio di metri in leggera discesa incroceremo di nuovo dei cartelli escursionistici, che ci riportano ad addentrarci in un bosco, qui di sotto inseriamo l'immagine di questo punto ben preciso, dopo aver imboccato il sentiero incontreremo un bivio, questa volta dobbiamo prendere il tracciato alla nostra sinistra e proseguire in salita.

Sentiero che rientra nel bosco

Svoltare a sinistra

Dopo aver svoltato non dobbiamo fare altro che proseguire, da ora in poi il tracciato principale resta sempre il medesimo ( identificato anche come sentiero n° 1), dopo qualche centinaio di metri riprenderemo una strada asfaltata, incrociata quest'ultima dobbiamo girare alla nostra destra fino ad incontrare un cancello con l'indicazione di un Agriturismo, a lato di esso troviamo nuovamente dei cartelli segnaletici con indicati tutti i nostri sentieri : Sentiero n°1 che porta verso il Rifugio Stoppani e successivamente i Piani d'Erna , e altre indicazioni che al momento non ci interessano.

Prendere il sentiero alla sinistra

Il sentiero prende a salire dolcemente su un fondo di pietre ben disposte, come se fosse un'antica strada, in qualche punto sono presenti anche degli ampi gradoni che agevolano il passo.

primo tratto del sentiero

In ogni caso non dobbiamo sicuramente abituarci alla comodità di questo primo tratto iniziale, poco più avanti infatti in contrapposizione di un piccolo bivio ( del quale inseriamo un'immagine qui sotto) , dobbiamo girare a sinistra, il sentiero prende a salire molto bruscamente con delle grandi rocce alcune delle quali da superare con l'uso delle mani.

Bivio, prendere il sentiero a sinistra

Ci manteniamo quindi su questo percorso , sempre ottimamente segnalato con dei segnavia di colore Rosso/Bianco e la dicitura sentiero n° 1, per circa un 15 20 minuti, improvvisamente in contrapposizione di un breve tratto pianeggiante sopra di noi apparirà il Rifugio Stoppani, una bellissima struttura di proprietà del Cai sez. di Lecco alla quota di 890 mt. e a circa 45 minuti dal parcheggio di Versasio di partenza. Dopo aver ammirato a lato del Rifugio la parete di arrampicata con le famose vie ferrate Gamma , proseguiamo nel ripido sentiero in salita, questa volta troveremo solamente le indicazioni per Piani d'Erna, che costituisce praticamente la nostra meta finale.

il Rifugio Stoppani

Il sentiero prende a salire molto deciso, con un alternarsi di piccoli e veloci tornanti, dopo qualche decina di minuti in contrapposizione con un tratto pianeggiante incontriamo un Fontanile in pietra, con una piccola targhetta funeraria in ottone, la piacevolissima fontana con la sua ciotola di acciaio è sicuramente un'ottimo pretesto per concedersi una sosta.

Proseguendo poco più avanti troveremo di nuovo un bivio, ancora una volta ottimamente segnalato, questa volta dobbiamo prendere il sentiero in salita alla nostra sinistra , che ci permette di guadagnare del bel dislivello abbastanza rapidamente. In questo tratto , il finale, sono presenti anche delle rocce, nella quali molte volte diventa necessario anche l'uso delle mani per superarle.

Al bivio prendere il sentiero a sinistra

Tratto con le rocce da superare

Superato questo punto il sentiero riprende a mantenersi pianeggiante, nel frattempo di fronte a noi si apre la Piana d'Erna, proseguiamo verso un gruppo di case, e una volta raggiunte sulla sinistra incontriamo un cartello segnaletico che indica i piani d'Erna, risaliamo questa lunga scalinata fino a trovarci praticamente di fronte alla Trattoria Bar Milani, che coincide anche con l'arrivo della Funivia.

Trattoria Bar Milani

A questo punto ci troviamo praticamente sui Piani d'Erna, adesso per raggiungere il nostro Rifugio Marchett dobbiamo seguire i numerosi cartelli indicativi in legno, la nostra meta si trova lungo la direzione Chiesetta Madonna della Neve e Rifugio Marchett. A questo punto ci troviamo a percorrere una larghissima strada sterrata percorribile anche dalle auto, la pendenza è però in discesa e stiamo perdendo quota, dopo circa 5 minuti raggiungiamo uno spiazzo, ci troviamo presso loc. Bocca d'Erna a quota 1291 mt. , qui sono presenti ancora diverse indicazioni di Rifugi, noi proseguiamo nella medesima direzione di prima ignorando le diramazioni.

Bocca d'Erna

Ecco finalmente apparire di fronte a noi il Rifugio Marchett (1250 mt.), che è posto qui ai piedi del Resegone nella parte occidentale dei Piani d'Erna.La struttura è nata dalla famiglia Locatelli nel 1964 e prende il nome di "Marchett" per la grande presenza di nomi Marco al suo interno, e da qui lo pseudonimo "Marchett".

Inizio del Vecchio Borgo

Rifugio Marchett

Dopo una bella sosta ad ammirare i Piani d'Erna con il maestoso Resegone, riprendiamo lo stesso sentiero dell'andata.

In ogni caso procedendo diritti attraversiamo l' Antico Borgo (composto da una chiesa e poche case, che rappresentava il riferimento per gli alpeggiatori che, in passato, caricavano le malghe circostanti) e possiamo visitare la bellissima chiesetta della Madonna della Neve, qui è segnalato un tracciato che conduce al Piazzale della partenza Funivia che passa per il "Passo del Cammello" , circa 1 ora e 10 per la discesa, questo sentiero vista la sua elevata pendenza è sconsigliabile da effettuare in discesa, in ogni caso lo potete trovare descritto qui.
 
 
Vi lasciamo anche al nostro VideoTrekking, che descrive passo passo l'itinerario :) Buona visione :
 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: