Rifugio Rosalba dal Pian dei Resinelli (Lc), Sentiero 9 delle Foppe

 

CARATTERISTICHE

Dislivello:  600 mt.

Attrezzatura: Scarpe da escursionismo semplice, zaino, qualche cosa per ripararsi e da mangiare

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato:  2,00 Ore 

DESCRIZIONE

 

Uno dei sentieri più famosi e maggiormente frequentati per raggiungere il Rifugio Rosalba, storico Rifugio della Grigna, è il Sentiero nr. 9 chiamato anche “Sentiero delle Foppe”

Potete seguire il percorso sulla Cartina Kompass nr. 105 – Lecco e Valle Brembana

 

Punto di partenza del percorso sono i Pian dei Resinelli (Lc), bellissimo altopiano situato alla quota di 1278 mt.

Per raggiungere i Resinelli dovremmo arrivare a Ballabio (Lc), primo paese dopo la nuova Galleria della Strada Statale della Valsassina e proseguire diritti alla prima rotonda del paese (numerosi cartelli turistici che indicano i Pian dei Resinelli)

Inizierà così una tortuosa strada a tornanti in salita, perfettamente asfaltata, con termine al grandissimo piazzale del Pian dei Resinelli (1278 mt.).

Lasciato il parcheggio alle spalle proseguiamo diritti “aggirando” la chiesetta, prendere e percorrere interamente Via della Carlanta e Via del Ram.

Incontreremo sulla destra una stanga con una serie di cartelli escursionistici (foto dettagliata qui sotto), questo è il punto di partenza ufficiale del percorso.

Pian dei Resinelli (Lc), partenza itinerario nr. 9 Sentiero delle Foppe

Cartelli escursionistici Sentiero nr. 9 delle Foppe 

Seguiamo quindi le indicazioni per Rifugio Rosalba 2.00 ore e iniziamo a camminare mantenendo la destra.

Poco più avanti nei pressi di una casa incontriamo anche un piccolissimo cartello escursionistico poco leggibile che indica Rifugio Rosalba a destra nel bosco, seguiamo questa indicazione e procediamo.

Primo tratto, strada carrozzabile 

Il sentiero prosegue ora su strada carrozzabile, ogni tanto usciamo dal bosco e abbiamo già modo di ammirare un bellissimo panorama sul Lago di Como e sui Corni di Canzo.

Lasciata la strada carrozzabile proseguiamo immersi in un bellissimo bosco, ora troviamo una serie di cartelli scritti a mano che indicano il Rifugio Rosalba con una freccia direzionale, impossibile sbagliare.

Primo tratto nel bosco 

Arriviamo alla base di un canalone caratterizzato da enormi massi, su uno di essi incontriamo l'indicazione per il Sentiero numero 9 con due frecce, a destra e sinistra, noi dobbiamo chiaramente mantenere la sinistra e proseguire diritti !

Segnavia Sentiero nr. 9, svoltare a sinistra proseguendo diritti 

Dopo una decina di minuti di cammino incontriamo un passaggio aderente alla roccia, con una cavo metallico di sicurezza, nessun problema, è un tratto molto semplice (attenzione solamente in caso di umidità che la roccia potrebbe risultare scivolosa).

Primo tratto con catene del Sentiero delle Foppe 

Il sentiero prende ora a salire piuttosto ripido, non è raro l'utilizzo delle mani anche per superare qualche brevissimo e semplice passaggio di roccia.

Dopo un primo tratto a pendenza sostenuta rientriamo nel bosco dove le pendenze si stabiliscono, qui troviamo un cartello escursionistico che indica a destra Sentiero dei Morti e diritti Sentiero Foppe nr. 9, noi proseguiamo chiaramente diritto mantenendoci sul tracciato. Il Sentiero dei Morti è una variante, che poi andrà a congiungersi al nostro percorso poco sotto il Rifugio Rosalba, caratterizzata da una maggiore difficoltà ( segnalato come EE, escursionisti esperti).

Diramazione con Sentiero dei Morti, noi proseguiamo diritti Sentiero 9 

Dopo un tratto tranquillo troviamo una serie di gradoni di roccia, molti dei quali attrezzati con catene per agevolarne il passaggio, nessun problema, le difficoltà non sono mai eccessive. Facciamo nuovamente attenzione in caso di umidità che le rocce o le radici potrebbero risultare molto scivolose.

Sentiero delle Foppe per la Rosalba, qualche gradone da superare 

Proseguendo ci portiamo in campo aperto, la visuale spazia ora molto bene su tutto il Lago di Como (visibile anche il paese di Mandello) e sui Corni di Canzo dove si intravede anche il Rifugio SEV.

Sempre mantenendoci sul nostro sentiero, fondo sterrato a tornanti, guadagniamo parecchio dislivello. In questo punto avviene anche la ricongiunzione con il sentiero numero 12 che proviene invece da Rongio fraz. Di Mandello (Lc).

Ci portiamo quindi sull'ultimo pendio dove in lontananza sul crinale è ben visibile la struttura di colore rosa del nostro Rifugio Rosalba.

Ci troviamo in un ambiente unico, con tutti i torrioni della Grigna che si innalzano davanti a noi !

Tratto panoramico del Sentiero delle Foppe nr. 9

Incontriamo l'ultimo cartello escursionistico che indica la ricongiunzione con il Sentiero dei Morti, tracciato che proviene dalla nostra destra.

Proseguiamo quindi diritti e in circa 10 minuti raggiungeremo il Rifugio !

Ultimo tratto sotto al Rifugio Rosalba, ricongiunzione Sentiero dei Morti 

Il Rifugio Rosalba, 1730 mt. Sorge sulla bellissima cresta occidentale della Grignetta, da qui parte anche il percorso per la famosa Cresta Segantini che porta in vetta alla Grignetta al Bivacco Ferrario.

Dalla sua terrazza panoramica possiamo ammirare le due valli che precipitano sotto di noi, la Val Monastero e la Val Sarettone, oltre che naturalmente un panorama a 360°

Rifugio Rosalba - 1730 mt.

L'interno del Rifugio Rosalba

Rifugio Rosalba 1730 mt. - Visuale dal Rifugio

Rifugio Rosalba 1730 mt. - Visuale dal Rifugio 

Per la discesa possiamo utilizzare tranquillamente il presente itinerario.

Facciamo attenzione solamente ai tratti di roccia con le catene per non scivolare.

 

Non perdetevi il Video che mostra tutto il percorso, Buona visione: