Lago di Poiala (VB)

Escursione semplice ma piuttosto lunga (5-6 ore di cammino) che copra quasi interamente in versante orientale della vallata dell'Alpe Devero, raggiungendo quote intorno ai 2500m senza mai però presentare particolari difficoltà Punto di partenza è il villaggio di Devero da cui, tramite la comoda sterrata, in circa mezz'ora si raggiunge Crampiolo Crampiolo, ai piedi della diga di Codelago. Ancora circa un quarto d'ora di salita su comoda carrozzabile e si raggiunge il bordo della diga, affacciandosi sull'enorme bacino articiciale di Codelago, sul cui sfondo si staglia il massiccio dell'Arbola.

Il Cervandone tra le nuvole

Luci mattutine al Devero

Crampiolo e il Pizzo Diei

Si risale quindi una mulattiera abbastanza pendente tra i larici del versante orientale del lago, fino a giungere al limite del bosco, dove si apre il bellissimo panorama arcadico dell'Alpe della Valle (2074m). Il percorso prosegue risalendo gli ampi prati ed ignorando le deviazioni a sinistra per l'alpe Forno. Rimontando il torrente, in circa mezz'ora si raggiunge l'Alpe Naga (2210m), da cui lo sguardo può spaziare ampiamente sulle cime circostanti, dal Pizzo Fizzi al Cervandone, dal Sangiatto al Corbernas. La salita diventa un po' meno erta, si guada un torrentello e si rimonta il ripido pendio sulla destra..il sentiero a volte diventa una semplice traccia tra i prati ma non è difficile trovare la direzione corretta. Dopo qualche rampa piuttosto tosta si arriva al Passo di Poiala (2406m), con panorama meraviglioso sugli enormi prati del Grande Est.

Lago di Codelago

Codelago e Valdeserta

Arbola

Alpe della Valle

Da qui una ripida traccia non molto semplice da individuare conduce al sottostante laghetto glaciale di Poiala, piccolo specchio d'acqua blu cobalto adagiato sul fondo di una conca rocciosa. Il sentiero costeggia il versante orientale del lago, fino a portarsi sulla sponda opposta, dove la conca lascia spazio ad un nuovo pendio misto tra erba e roccia, che si discende senza particolari difficoltà Si giunge così in breve all'Alpe Poiala (2148m), piccolo agglomerato di baite ormai abbandonate, un tempo utilizzato come alpeggio dagli abitanti di Agaro, paesino sommerso dopo la creazione dell'omonimo bacino idrico che si apre nella vallata sottostante.  Da qui un sentiero a mezzacosta risale nella piccola sella tra i monti Sangiatto e Corbernas, risalendo in maniera piuttosto dolce il versante erboso.

Verso il Passo di Poiala

Panorama dal Passo Poiala

Lago di Poiala

Cascata nei pressi del Lago di Poiala

Alpe Poiala

Raggiunto il valico (Bocchetta di Scarpia 2248m) ci si riaffaccia sulla Valle del Devero, in cui si staglia l'imponente mole del Pizzo Fizzi. Il sentiero ben segnato si getta giù verso il fondovalle, dapprima attraverso i prati, poi entrando nel bosco di larici. Una volta entrati nella vegetazione più fittà, si raggiungono i Laghi del sangiatto, tre piccoli specchi d'acqua adagiati sulle pendici dell'omonimo monte. Proseguendo la semplice traccia rientra nel bosco fino a raggiungere in circa 45 minuti il fondovalle, presso la località Curt d'Ardui, sul sentiero che collega Devero con Crampiolo. Da qui, in circa 15 minuti di cammino pianeggiante si ritorna allìAlpe Devero, nostro punto di partenza.

Panorama dalla Bocchetta di Scarpia

Pizzo Fizzi

Colori autunnali

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: