Laghi di Lusia (Tn)

L'itinerario ha inizio al Passo Lusia, a 2055 metri, località raggiungibile tramite la moderna telecabina che parte in località Ronchi, frazione di Moena. Tramite l'impianto si raggiungono i 2200 metri di quota delle Cune e da qui, seguendo la carrozzabile in discesa si raggiunge in breve il Passo Lusia, dove sorge l'omonimo rifugio. Alternativa all'utilizzo dell'impianto è la salita a piedi fino al rifugio, come descritto nell'itinerario del Passo Lusia. Davanti al rifugio, seguendo le indicazioni per il sentiero n.633, ci inoltriamo nei prati che salgono verso le cime di Lastè, inizialmente con pendenza molto dolce. Dopo circa dieci minuti, la pendenza aumenta leggermente e con ampi tornanti si inizia a prendere quota, finché la traccia sembra un po' perdersi tra le rocce, anche se i segnali sono sempre molto evidenti e chiari. Raggiunto il Lasté de Lusia (2203m), la traccia torna evidente e si prosegue in salita costante, talvolta con qualche gradone roccioso, attraverso bellissimi prati con splendido panorama sul Lagorai, mentre di fronte a noi compaiono le Pale di san Martino. Dopo circa venti minuti passiamo vicino ad una stazione di arrivo di una seggiovia attiva solo durante il periodo invernale e, in breve, giungiamo alle Baite di Lasté (2327m). Affrontiamo ora un tratto pianeggiante o in leggera discesa, dove diventa evidente lungo il cammino il tracciato di una mulattiera militare. Seguendo le pietre ed i cippi riprendiamo a salire, dapprima con breve rampe e poi con alcuni tornanti, fino a raggiungere i 2425m della "Trincea", stupendo punto panoramico sulle Pale di San Martino e sui Laghi di Lusia, dove sono ben evidenti i resti di fortificazioni risalenti alla grande guerra. Ormai ci siamo, affrontiamo una ripida discesa sul versante opposto, entrando nella Val dei Leghes, ed i dieci minuti raggiungiamo il primo Lago di Lusia, dove sorge anche il piccolo Bivacco Redolf (2333m). L'ambientazione è magnifica e la zona estremamente tranquilla ed isolata; proseguendo lungo il sentiero, è possibile raggiungere in circa dieci minuti anche il secondo Lago di Lusia (2380m) e da qui, abbandonando il sentiero e dirigendosi qualche decina di metri verso sud, il terzo lago (2352m). Dal Passo Lusia il tempo necessario per raggiungere i laghi è di circa un'ora e trenta. Il bivacco Redolf è un ottimo riparo in caso di maltempo, è attrezzato con due letti, un tavolo con qualche candela e una stufa a legna. Il rientro avviene lungo l'itinerario dell'andata.

Il Passo Lusia e la cima Le Cune viste dal sentiero 633

Passo Lusia visto dal Lasté de Lusia

Baite di Lasté

La mulattiera in salita

I Laghi di Lusia visti dalla Trincea

Bivacco Redolf

La Trincea con il sentiero di discesa ai laghi

Primo Lago di Lusia


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: