Valanga sul Lagorai, recuperate le salme di due alpinisti

Purtroppo una nuova tragedia colpisce le nostre montagne: ieri pomeriggio, due scialpinisti della Val di Fiemme hanno perso la vita nel gruppo del Lagorai, nei pressi del Lago delle Buse. Claudio Ventura e Antonio Gianmoena erano due esperti scialpinisti, uno dei quali conosciuto in valle per le sue attività di gestione dei cani da ricerca proprio in caso di valanghe. In questi giorni con temperature in quota estremamente elevate e manto nevoso estremamente pesante ed instabile, può considerarsi un vero e proprio azzardo la decisine dei due di raggiungere la vetta della Pala del Becco. Raggiunta la cima, come documentato da una telefonata a casa, i due sono poi scomparsi nel nulla finchè nel tardo pomeriggio sono iniziate le ricerche, per le quali è stato mobilitato il Soccorso Alpino della Val di Fiemme e i vigili del fuoco. Con l'arrivo del buio le speranze di ritrovare in vita i due alpinisti sono svanite, così la decisione di sospendere le ricerche e riportare a casa le salme solamente questa mattina. I due corpi sono stati ritrovati nei pressi del Lago delle Buse, dove sono state rilevate numerose scariche di valanghe dai pendii circostanti. Si tratta della seconda tragedia per la Val di Fiemme in pochi giorni, dopo il disastro avvenuto al Doss dei Laresi sul Cermis.

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: