Il Parco dello Stelvio al centro della campagna elettorale lombarda

Il Parco Nazionale dello Stelvio torna purtroppo ad essere protagonista nella scena politica lombarda ed altoatesina, diventando nuovamente oggetto di lottizzazione partitica e propaganda elettorale a pochi mesi dalle elezioni. Già qualche anno fa, in occasioni delle elezioni politiche, al fine di garantire il stelviovoto di fiducia della Svp al governo Berlusconi, era stata approvata la tripartizione dell'area protetta tra le province di Sondrio, Trento e Bolzano, dando inizio ad una sorta di smembramento del parco. Ancora oggi le spinte decentratrici sembrano essere piuttosto forti, soprattutto dal lato altoatesino, dove si fa molta fatica ad accettare l'esistenza di un'area protetta nata in piena epoca fascista. In vista delle prossime elezioni politiche in Lombardia, dove il centrosinistra è attualmente favorito, è in fase di lavorazione un accordo tra il Partito democratico di Bersani, la Svp e il PATT (Partito Autonomista Trentino Tirolese), rimettendo il Parco al centro del mercato della politica. Per questo motivo svariati gruppi ambientalisti hanno lanciato un appello al candidato del PD al Pirellone Ambrosoli, affinchè prenda a cuore la questione e si impegni a non sacrificare una delle aree protette più importanti del nostro paese in cambio magari di qualche voto in più in consiglio regionale o in parlamento.

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: