Troppo caldo in quota, in Val d'Aosta saltano le aperture anticipate

Temperature troppo elevate in quota che non consentono di intervenire con l'innevamento programmato: questa è stata la principale causa del rinvio delle annunciate aperture anticipate di molti comprensori valdostani, tra cui Pila, Courmayeur e La Thuile.

Negli ultimi giorni, infatti, situazioni di inversione termica hanno determinato giornate parecchio calde in quota, che hanno ridotto notevolmente lo spessore della neve precedentemente caduta.

Durante il prossimo week end, inoltre, sono previste precipitazioni nevoso solamente in alta quota, rendendo ancora più difficoltosa la situazione al di sotto dei 1800-2000 metri. Un calo delle temperature è finalmente previsto per la prossima settimana, il che permetterà l'utilizzo dei cannoni un po' a tutte le quote.

Per questo motivo le principali località si riservano, nei prossimi giorni, di confermare l'apertura ufficiale il 5 dicembre.

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: