Nuovo DPCM: Quali sport si possono fare e quali no nelle diverse Regioni

copia di immagine 046

 

Il Nuovo DPCM del 3 Novembre 2020, entrato in vigore nella giornata di oggi, venerdì 6 Novembre, ha notevolmente influito sulla pratica delle diverse attività sportive, con profonde differenze a seconda che un territorio sia stato inserito in zona Rossa, Arancio e Gialla

Fanno eccezione solamente i professionisti, i quali potranno liberamente continuare la pratica della loro attività sportiva.

 

Come abbiamo già accennato le differenze variano in base al territorio al quale apparteniamo. Le Regioni sono state infatti differenziate in 3 colori, che simboleggiano vari livelli di criticità, dal rosso (quadro più complesso) fino al giallo (rischio moderato).

 

Zona Rossa (Piemonte, Lombardia, Calabria e Valle d'Aosta)

 

Andare in Montagna. No, gli spostamenti sono vietati e non è possibile uscire dal proprio comune di residenza. Chi abita in un comune di montagna può fare una passeggiata o un’escursione ma rispettando la vicinanza a casa e senza uscire dal proprio comune di residenza.

Running. Il Running resta consentito solo nei pressi della propria abitazione (non specificando una metratura di distanza), con l’obbligo di mantenere sempre una distanza interpersonale di almeno 1 metro. L’attività sportiva deve essere svolta esclusivamente all’aperto e in forma individuale

Ciclismo. Valgono le norme identiche al Running, si potrà andare in bici ma occorre rimanere all'interno del proprio Comune

Sport di Squadra. Vietati in tutta Italia, comprese le partite di calcetto. Sono esclusi i professionisti

 

Zona Arancione (Puglia e Siclia)

 

Andare in Montagna. No, gli spostamenti sono vietati e non è possibile uscire dal proprio comune di residenza. Chi abita in un comune di montagna può fare una passeggiata o un’escursione ma rispettando la vicinanza a casa e senza uscire dal proprio comune di residenza.

Running. Per il Running non è obbligatorio indossare la mascherina, che tuttavia va tenuta con sé per il pre e post-allenamento. Occorre sempre mantenere una distanza interpersonale di 2 metri per l’attività sportiva e di un metro per ogni altra attività. Vietato uscire dal proprio Comune di residenza

Ciclismo. Valgono le norme identiche al Running, si potrà andare in bici ma occorre rimanere all'interno del proprio Comune

Sport di Squadra. Vietati in tutta Italia, comprese le partite di calcetto. Sono esclusi i professionisti

 

Zona Gialla (Liguria, Friuli,Veneto,Emilia,Toscana,Marche,Umbria,Abruzzo,Molise,Campania,Lazio,Basilicata,Sardegna e Trentino)

 

Andare in Montagna. E consentito uscire dai limiti territoriali del proprio Comune. Attivt' in montagna consentita solamente da soli, con le distante e con la mascherina

Running. Per il Running non è obbligatorio indossare la mascherina, che tuttavia va tenuta con sé per il pre e post-allenamento. Occorre sempre mantenere una distanza interpersonale di 2 metri per l’attività sportiva e di un metro per ogni altra attività. Volendo é possibile uscire dal proprio Comune di Residenza

Ciclismo. Valgono le norme identiche al Running, si potrà andare in bici anche al di fuori del proprio Comune di residenza

Sport di Squadra. Vietati in tutta Italia, comprese le partite di calcetto. Sono esclusi i professionisti

Rifugio Diavolezza

 

 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: