Impianti Sciistici, Svizzera e Austria dicono si al turismo invernale. Situazione ancora incerta per la Francia

 ComprensorioPratoValentinoPanoramaOrobieValtellina

Anno difficile anche per il mondo dello Sci, l'avvio della Stagione Sciistica sul nostro territorio italiano resta attualmente incerta, se non dovesse partire la Stagione ci saranno ingenti perdite economiche per tutte le attività che lavorano con il turismo invernale

Basti pensare ai comprensori sciistici, che verso la fine della precedente Stagione si sono visti delle chiusure anticipate ed uno stanziamento di fondi per la messa in sicurezza dei loro impianti. Se non dovesse partire la stagione a pagarne le conseguenze saranno anche tutte le strutture invernali (Hotel, Alberghi, Rifugi sulle Piste, Noleggi di materiale, Skiman ecc. ecc.), molte di queste attività hanno stanziato fondi per la messa in sicurezza delle loro strutture, rendendole adatte ad accogliere i clienti per la stagione invernale.

Il Governo assicura Fondi di Sostegno per tutti gli operatori del Settore, quello si è importante, ma si sa che alla gente di Montagna, caratterizzata da un carattere apparentemente duro ma dal cuore d'oro, non vuole solo aiuti economici, pretende di poter ripartire e lavorare con le loro tanto amate attività.

 

Ma se in Italia la situazione è ancora incerta, cosa succede negli altri paesi ?

 

Partiamo con la Svizzera, dove attualmente gli impianti sciistici restano operativi e funzionanti !

Nella Confederazione, molte disposizioni per combattere la pandemia sono adottate a livello cantonale, ma fino ad oggi nessun cantone limita la pratica dello sci.

Sulle Piste però sono già in atto misure severe, volte al contenimento del Virus. La mascherina sarà d'obbligo quasi ovunque, così come il distanziamento e le misure di igiene personali

 

La Francia invece temporeggia, ha annunciato che la decisione verrà data entro dieci giorni.

Attualmente il Governo francese sta prendendo decisioni riguardo a tutti gli Sport Outdoor, tra cui chiaramente gli sport invernali.

La decisione sarà in funzione alla Situazione Sanitaria, puntando però nel possibile ad essere coerenti con i Paesi vicini

 

Per l'Austria infine il turismo invernale è un fattore economico di primaria importanza.

Attualmente il paese sta adottando misure restrittive massime, di pieno lockdown, per garantire il più possibile la diffusione del virus.

Il governo austriaco ha reso noto che dal 5 dicembre saranno effettuati tamponi a tutta la popolazione, puntando su uno screening di massa.

Per quanto riguarda la riapertura degli impianti, il governo per il momento resta molto cauto. L’auspicio è aprire gli impianti almeno da metà dicembre.

ComprensorioPratoValentinoAlpeTeglioPartenzaseggiovia

ComprensorioPratoValentinoAlpeTeglioPistaFontanacce2

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: