Il Santuario di Pietralba

Santuario Pietralba - Foto di www.donbosco-torino.it

Costruito sulla sommità di una collina tra i verdi prati e i boschi che scendono dal Latemar verso la Valle dell'Adige, il Santuario di Pietralba rappresenta uno dei più importanti luoghi di culto presenti in Alto Adige e più in generale nelle Dolomiti. E' situato precisamente alla quota di 1520 mt, tra i paesi di Nova Ponente e Monte San Pietro (prov. Di Bolzano)

 

L'origine del Santuario risale al lontano 1553, data dell'apparizione della Vergine Maria ad un contadino della zona, Leonardo Weissensteiner, da cui deriva il nome del Santuario stesso. Il contadino era gravemente malato e dopo l'apparizione della Madonna riuscì a guarire. In segno di gratitudine per questo miracolo venne chiesto al contadino di erigere in suo onore una cappella, e questi così fece, ponendo al suo interno una statuetta della Pietà che ancora oggi può essere osservata e venerata in una piccola cappella distante pochi minuti di cammino da Pietralba.

Nel corso dei decenni la cappella divenne ben presto molto frequentata; nacque quindi l'esigenza di costruire un edificio più grande per accogliere tutti i pellegrini; i lavori iniziarono nel 1638 e terminarono ben 16 anni dopo. La sua consacrazione si ebbe nel 1673. Il Santuario di Pietralba rischiò di perdere il suo valore artistico durante il regno dell'imperatore Giuseppe II, il quale decise di mettere all'asta ogni arredo e di chiudere al culto la struttura; fortunatamente l'acquirente era un uomo devoto, tale Johan Gugler, considerato oggi uno dei salvatori della struttura. Pietralba fu retto a partire dal 1800 dai Servi di Maria di Innsbruck, che furono poi sostituiti durante il fascismo da monaci italiani, appartenenti alla congregazione vicentina sempre dei Servi di Maria, che ancora oggi gestiscono il sito.

Negli ultimi anni, per accogliere i numerosi pellegrini, sono stati costruiti oltre alla basilica un albergo, la casa del pellegrino e l'ostello della gioventù (completamente rinnovati a seguito del Giubileo 2000).

 

Numerosi sono ogni anno i pellegrini ed i visitatori che si recano al Santuario di Pietralba da tutto il nord est; tra i più celebri possiamo ricordare sicuramente Papa Giovanni Paolo II, che visitò il monastero nel 1988. Anche Albino Luciani (papa Giovanni Paolo I) vi si recava da piccolo in pellegrinaggio, con la madre, partendo da Pietralba

Il Santuario di Pietralba si raggiunge oggi facilmente sia da Bolzano che da Egna/Ora, seguendo le indicazioni per Nova Ponente e Monte San Pietro.

Oltre al Santuario consigliamo di visitare anche la cappella di Weissensteiner, dove il santuario ebbe la sua origine, ovvero dove sarebbe apparsa la Vergine. Raggiungere la struttura a piedi è molto semplice e senza alcuna difficoltà. Da qui inoltre si gode di un'ottima visuale sulle cime dolomitiche che contornano la zona: il Catinaccio, la Marmolada e il Latemar.

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: