Gli Orridi di Uriezzo in Valle Antigorio, nel cuore del Piemonte

Orridi Di Uriezzo - photo di JuzaPhotoNel cuore del Piemonte si estende la verde Valle Antigorio, una vallata poco conosciuta che si stacca dalla più famosa Val d'Ossola, nella prov. Di Verbania-Cusio-Ossola.

Qui possiamo trovare gli Orridi di Uriezzo, un complesso di Gole tra i più spettacolari e facilmente visitabili del nostro paese. Molto spesso infatti questi fenomeni naturali trovano il loro spazio in zone difficili da raggiungere e con presenza di acqua e torrenti, non è però il caso degli Orrdidi di Uriezzo.

 

L'accesso più semplice per la loro visita lo si ha dal centro abitato di Premia (Vb). Una volta raggiunto il Comune si segue la deviazione per Crego e Uriezzo fino a raggiungere l'imponente parete di Balmafredda, frequentata come palestra di arrampicata sportiva.

Da qui iniziano i cartelli per Uriezzo, dove avremo modo di incontrare le prime Gole.

Una domanda sorge spontanea, come ha fatto la natura a modellare queste spettacolari sculture ?

Per capire la loro origine dobbiamo tornare molto indietro nel tempo, precisamente durante la prima glaciazione, quando questi territori erano occupati dal famoso Ghiacciaio del Toce.

A valle del Ghiacciaio e sotto di esso scorrevano dei torrenti, che con il passare degli anni hanno eroso e scavato delle vere e proprie gole.

Con il successivo ritiro dei ghiacciai dalla nostra penisola anche il Ghiacciaio del Toce è andato via via scomparendo lasciando però le imponenti gole scavate dall'acqua, che corrispondono agli attuali Orridi di Uriezzo.

Tenuto conto della facilità di esplorazione (non essendo in luoghi particolarmente esposti e percorribili con un semplice e segnalato sentiero) si possono considerare tra i più accessibili della zona. Inoltre ad oggi i corsi d'acqua non scorrono più all'interno di questi canyon ed è dunque possibile visitarli agevolmente a piedi.

Per comodità di esplorazione vengono identificate 3 zone ben distinte, troviamo in ordine di accesso :

Orrido Sud, chiamato anche dai locali “Tomba di Uriezzo”, è il più spettacolare tra i canyon; esso è lungo poco più di 200metri e profondo 20/30 metri.

Orrido Nord-Est, proseguendo nella visita raggiungiamo questa seconda Gola, caratteristica per essere molto stretta in alcuni punti.

Orrido Ovest, meno caratteristico dei primi due e suddiviso in due zone ben distinte.

La natura, agevolata dalle particolari condizioni ambientali di questi luoghi molto umidi e con scarsa illuminazione, ha dato origine ed un'elevata presenza di felci e muschi di ogni genere.

Oltre agli Orridi di Uriezzo, ci piace ricordare anche le famose Marmitte dei Giganti, localizzate in loc. Maiesso (Comune di Premia) lungo il Fiume Toce. Si tratta di impressionanti e maestose cavità di forma sferica, che si sono formate dalla violenta azione delle acque di fusione del ghiacciaio, che correndo impetuose e miste a sabbia (azione abrasiva) hanno modellato queste curiose forme.

Per visitare gli Orridi di Uriezzo e le Marmitte dei Giganti occorre circa una mezza giornata; consigliamo l'utilizzo di scarpe adeguate e abbigliamento idoneo (meglio qualche cosa in più per coprirsi). Le zone sono fortemente umide e quindi potrebbero risultare particolarmente fredde.

La gita è ideale se svolta con la famiglia e con i bambini.


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: