Percorso Montorfano(Co) - Meda(Mb) attraverso il Parco della Brughiera Briantea

Distanza : 19.50 km (Solo Andata) Tempo in movimento : 2 ore Aumento di quota : 170 mt.

 

Il Parco della Brughiera Briantea è uno dei Parchi Regionali della Lombardia, si sviluppa nel territorio della Brianza Comense con lo scopo di salvaguardare specie faunistiche e geologiche di interesse.

E' stato istituito nel 1984 e comprende 9 comuni con un'area di 2600 ettari. La sua massima estensione è quella che parte da Meda e Comuni limitrofi (prov. di Monza e Brianza) fino al Lago di Montorfano (prov. di Como), che è anche il percorso che tratteremo in questo articolo effettuato interamente in MTB nei boschi del Parco.

 

La nostra partenza è da Montorfano, piccolo comune ai piedi dell'omonimo Lago. Posteggiamo le nostre vetture ( in alterativa è comodissimo raggiungerlo anche con il treno) nel parcheggio di angolo tra la Sp28 e Via Brianza. Posteggiata la vettura iniziamo a percorrere la provinciale in direzione di Cantù. Dopo circa 1km superata una leggera salita sulla nostra sinistra troviamo delle indicazioni per il "Ristorante Il Grillo" e altre strutture (indicazioni su cartelli gialli) , svoltiamo a sinistra e procediamo su tutta la via.

Sp28 a Montorfano (Co)

Svoltare a sinistra, indicazioni cartelli gialli

Dopo pochi minuti nei pressi "del Grillo" troviamo dei cartelli in legno che indicano la traccia di Meda-Montorfano, sono posti orientativamente all'inizio della sterrata, purtroppo sono stati girati e rotti e la direzione è ambigua ! Occorre svoltare a destra ( guardando di fronte il Grillo) e non proseguire diritto ! In questo modo ci avvicineremo ai boschi.

Al "Grillo" svoltare a destra, proseguire in questa direzione

Raggiunto poco più avanti un bivio svoltiamo alla nostra sinistra ( il leggera discesa) e proseguiamo neanche per cento metri, dove questa volta alla nostra destra troviamo i cartelli in legno della Meda-Montorfano che ci invitano ad entrare in uno stretto sterrato nel bosco.

Seguire queste indicazioni

Giunti sulla strada asfaltata (Via Cascina Pelada) svoltiamo alla nostra sinistra ( in leggera discesa) e giunti di fronte alle indicazioni di "Cascina Pelada" le seguiamo svoltando a destra ( Inseriamo delle immagini esaustive qui di sotto).

Svoltare a destra, seguendo per indicazioni di "Cascina Pelada"

Dopo poco riprendiamo il Bosco ( indicazioni confermate anche dai soliti cartelli in legno), a questo punto non ci sono variazioni per un paio di km, dobbiamo solamente proseguire con il sentiero tracciato principale sul quale ogni tanto troveremo i cartelli di Meda-Montorfano.

Seguire la serie di Cartelli di Meda-Montorfano

Raggiungiamo quindi una cascina e dopo pochi metri una strada asfaltata ( Via per Alzate), qui svoltiamo a sinistra e dopo neanche cento metri sulla destra incontriamo un'ingresso nel bosco sbarrato da una grossa stanga verde. Questa è la corretta direzione, appena oltrepassata la sbarra si aprono due alternative di sentiero, prendiamo quello a sinistra ( se ci facciamo caso sulle piante troveremo anche dei segnavia rossi e bianchi).

Proseguire diritto

In contrapposizione di questa stanga svoltare a destra

D'ora in poi per qualche km saremo immersi in boschi di quercia e castano, è abbastanza facile trovare la giusta direzione perchè in contrapposizione dei bivi più evidenti ci sono i soliti cartelli in legno; dove non sono stati collocati i cartelli troveremo invece i segnavia di vernice bianca e rossa sulle piante.

Seguire la serie di Cartelli di Meda-Montorfano

Indicazioni anche sulle piante, con segnavia Bianchi e Rossi

Serie di indicazioni Meda-Montorfano

Tratto in aperta campagna

Dopo circa 9 km dalla partenza raggiungiamo la Chiesetta di Sant'Adriano che segna l'inizio della frazione Olgelasca (Comune di Brenna), la chiesa è di origine Medioevale con all'interno degli affreschi di notevole pregio.

La chiesetta di Sant'Adriano a Olgelasca

A questo punto noi proseguiamo sempre diritto , attraversando Olgelasca mediante la Via Kennedy che successivamente diventerà " Strada del Randizzone" , in ogni caso qui è molto facile e occorre andare sempre diritto ! Dopo un paio di km raggiungiamo l'importante incrocio sopraelevato della Sp32 Novedratese, qui dobbiamo per circa 10 metri prendere in direzione Novedrate e subito dopo la rotonda notiamo una stretta Via che termina con una stranga (Via Riviera).

Via Belvedere a Olgelasca (Fraz. Brenna)

Strada del Randizzone

Stanga posta all'inizio di Via Rivera, la direzione è corretta

Oltrepassiamo la stanga e proseguiamo sempre diritti, dopo neanche cento metri ci troviamo su una strada asfaltata, proseguiamo fino all'incrocio, qui troviamo diversi cartelli escursionistici in legno del parco. Proseguiamo diritto prendendo la Via Belvedere, ci manteniamo su di essa per qualche km fino all'ultimo tratto dove diventa sterrata. Percorsi i primi cento metri di sterrato arriviamo nei pressi di un in'incrocio, qui purtroppo i vandali hanno rotto i cartelli, dobbiamo svoltare alla nostra destra ( immagine precisa qui sotto).

Proseguire diritto all'incrocio

A questo incrocio sterrato svoltare a destra

Dopo aver svoltato il sentiero scende leggermente e si apre su una campagna, davanti a noi i cartelli del parco ci indicano la corretta direzione. Ci manteniamo sul sentiero fino ad arrivare ad una bellissima cascina.

Seguire i cartelli svoltando a sinistra

Avanziamo ancora per qualche centinaio di metri ed ecco una serie di cartelli escursionistici del parco con anche vari pannelli informativi. Qui la segnaletica è più che sufficiente e molto ben curata.

Seguiamo sempre le indicazioni per Meda.

Cartelli e pannelli informativi della Meda-Montorfano

Arrivati ad un certo punto occorrerà seguire una serie di cartelli gialli, sempre in direzione Meda o "Zoca di Pirutit ". Qui cambiano le sembianze dei cartelli perchè siamo su un piccolo anello pedonale. In ogni caso è impossibile sbagliare se seguiamo le indicazioni corrette.

Seguire le indicazioni sui Cartelli Gialli, seguire per Cabiate o Meda

Dopo circa 1 km eccoci di fronte ad uno splendido laghetto/stragno, questo è la Zoca di Pirutit !

Lasciamo il lago alle spalle e continuiamo nel sentiero, ormai siamo quasi arrivati.

Laghetto, la Zoca di Pirutit

Dopo poche centinaia di metri abbandoniamo il bosco per entrare su un bel prato.

Ultimo tratto in campo aperto

Proseguiamo ancora qualche minuto ed eccoci di fronte ad una sbarra, qui una serie di cartelli indicano l'inizio/fine del percorso di Meda-Montorfano.

Ci troviamo in Via Varese a Meda (Mb) dove termina ufficialmente il nostro percorso.

Arrivo alla fine del percorso, Via Rivera a Meda(Mb)

 

Disponibile file .gpx del percorso, accedi tramite il pannello sottostante per visualizzare e scaricare il file !

 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: