Sirtori (Lc) a Lomagna (Lc), attraverso tutto il Parco di Montevecchia e Val Curone

Distanza Totale : 15 km      Tempo in movimento : 1.30 Ore      Aumento di quota : 150 mt. 

 

Il presente percorso, identificato come sentiero n. 1 del Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone, può essere considerato il tracciato principale di tutto il parco; esso infatti permette di percorrere tutto il territorio di competenza attraversandolo da Nord a Sud e ammirando molteplici ambienti e paesaggi.

 

Il punto di partenza del nostro giro è il Comune di Sirtori (Lc), raggiungibile in un primo momento tramite la Ss342 (strada provinciale Lecco - Dolzago - Barzanò - Casatenovo) , seguendo poi per Sirtori e infine per la Via Ceregallo. Posteggiamo la macchina in questo punto (fraz. Ceregallo a due passi dal nucleo storico) e lungo la strada di fronte ad un gruppo di case troviamo i primi cartelli del Parco.

Sirtori loc. Ceregallo, inizio tratto 

Seguiamo come già precedentemente accennato i segnavia che indicano Lomagna - Sentiero 1, il tracciato inizia su fondo sterrato molto irregolare. In questa prima parte sono presenti diversi sassi di grosse dimensioni e occorre prestare attenzione; per fortuna è solamente il primo e unico tratto con queste caratteristiche.

Immediatamente riprendiamo un altro tratto nel bosco, qui le pendenze ritornano pianeggianti e ritroviamo i chiarissimi cartelli escursionistici in legno; svoltiamo a sinistra seguendo sempre per il Sentiero 1.

Lungo il "Sentiero dei proverbi"

Sbuchiamo quindi sulla strada, di fronte al Monastero di Bernaga; tutto questo tratto nel bosco è indicato come il sentiero dei proverbi, per la particolarità di avere una serie di caratteristici cartelli con i proverbi più noti della tradizione brianzola !

Monastero a Bernaga 

Costeggiamo il Monastero a svoltiamo subito alla nostra sinistra, seguendo sempre i cartelli molto chiari. Da qui in pochi minuti arriviamo in loc. Pianello, con una splendida visuale su Montevecchia e sul Parco.

Cascina Pianello

Punto panoramico in loc. Pianello

Proseguiamo in discesa e raggiungiamo "l'Agriturismo Amici della Ratta"; di fronte alla struttura dei nuovi cartelli ci indicano di svoltare a destra; seguiamo il sentiero che ci porta davanti alla "Ristorante Il Busarengo" e continuiamo seguendo una stretta stradina in discesa.

Nei presso dell'Agriturismo, "Amici della Ratta"

Tutto questo tratto è sempre pedalabile, senza nessun tipo di difficoltà tecnica.

Riprendiamo un fitto bosco in leggera discesa, ora ci spostiamo a costeggiare il Torrente Curone, simbolo del parco. Lo costeggiamo fino quasi alla nostra meta. Molto interessanti anche i pannelli informativi che spiegano la storia e la geologia di questi luoghi.

Torrente Curone 

Pian piano usciamo dal bosco, ci troviamo in campagna in località Ospedaletto, qui non mancano i cartelli escursionistici del Parco che ci indicano la corretta strada. Dopo poche centinaia di metri riprendiamo una strada asfaltata ( Via Ospedaletto) e ad un certo punto svoltiamo a destra (direz. Val Fredda) e dopo poche decine di metri altri cartelli escursionistici ci indicano di svoltare alla nostra sinistra.

Cartelli del Parco in loc. Ospedaletto 

Deviazione per la Val Fredda

Superiamo un tratto molto umido dove sono presenti anche delle pozze d'acqua; per superarle sono state allestite delle passerelle in legno, molto comode ma attenzione perchè scivolose ! Qui siamo anche nei pressi di "Cà Soldato, una delle sedi del Parco".

Specchi d'acqua 

Attraversiamo un tratto in aperta campagna e sbuchiamo sulla SP54 , qui prendiamo la direzione indicata dai cartelli in direzione Montevecchia. Giunti all'incrocio "Quattro Strade" troviamo dei cartelli escursionistici che indicano "Pestalotto", purtroppo qui il cartello per il Sentiero 1 è stato omesso, quindi dobbiamo prestare attenzione. Attraversiamo quindi l'incrocio e proseguiamo sulla strada asfaltata, costeggiamo anche la bella Baita degli Alpini e giungiamo infondo alla strada; qui un cartello escursionistico ci indica "Loc. Pestalotto" e finalmente ritroviamo anche i cartelli per Lomagna Sentiero N. 1.

Lungo la Sp54

Quattro Strade, deviazione per Pestalotto

Riprendiamo il tracciato in loc. Pestalotto

Il nostro tracciato riprende sempre di carattere pianeggiante attraversando qualche bosco poco fitto; dopo qualche decina di minuti eccoci in " Loc. Bestec" , località indicata anche dai nostri cartelli escursionistici. Seguiamo le indicazioni dei cartelli e riprendiamo un tratto sterrato, ormai manca molto poco, ci troviamo ad attraversare un tratto in aperta campagna, la visuale è molto ampia e spazia a 360°.

Loc. Bestec

Continuiamo ed eccoci sbucare su un bellissimo viale sterrato della Villa Busca, proseguiamo fino al termine dove incontriamo un pannello indicativo del Parco e una serie di Cartelli escursionistici.

Villa Busca

Termine del percorso

Ci troviamo a Lomagna (Lc), e qui termina il tracciato N.1 del Parco di Montevecchia e Val Curone.

 

Riprendendo il sentiero in direzione contraria ritorniamo al punto di partenza, ancora una volta il bellissimo lavoro di segnaletica dei ragazzi del parco ci aiuta, tutte le direzioni sono state segnate anche nel senso contrario quindi è praticamente impossibile sbagliare.

 

Seguite tutto il percorso anche attraverso il nostro Video ! Buona visione :

 

 

Disponibile file .gpx del percorso, accedi tramite il pannello sottostante per visualizzare e scaricare il file !

Commenti  

# Giorgio 2019-02-21 23:44
Citazione Antonio Q.:
bello!!!


Grazie mille Antonio :)
Buona permanenza sul nostro sito
Giorgio
+1 # Antonio Q. 2019-02-21 20:24
bello!!!

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: