Sentiero Valtellina, la Ciclopedonale che unisce Colico (Lc) a Tirano (So)

Distanza Totale : 81 km       Tempo in movimento : 4 Ore e 30 minuti    Aumento di quota : 240 mt.

 

Il Sentiero Valtellina, una Pista Ciclopedonale di grandissimo interesse, è un percorso segnato di circa 80 km, che collega la città di Colico, nella punta più estrema del Lago di Lecco (Lc) a Tirano, bellissimo paese della Valtellina che si trova in provincia di Sondrio. Il Sentiero Valtellina costeggia per gran parte del suo percorso il Fiume Adda ed infatti una delle cose più affascinanti del nostro percorso sarà scoprire km dopo km come le acque di questo fiume acquistino in maniera sempre più evidente un bellissimo color turchese.

Percorrere il Sentiero Valtellina è quindi un modo per scoprire una Valtellina inedita, passando attraverso piccoli Borghi isolati e superando ponti di Epoca Romana. Tutto il percorso è ottimamente segnato e si sviluppa per un 80% su terreno asfaltato; noi con il presente articolo (arricchito da Foto e da Traccia GPS) vi daremo sicuramente un'aiuto per conoscere e intrapprendere in tutta serenità questo itinerario.

 

La nostra partenza, come già detto, è da Colico, presso il parcheggio di Via Montecchio Nord (inseriamo la foto sotto) da cui inizia un piccolo sentierino che costeggia i campi da calcio e ci porta verso il lago; questo è l'inizio del nostro Sentiero Valtellina ! Il lago termina immediatamente e subito ci troviamo di fronte la foce dell'Adda, proseguiamo nell'unica direzione costeggiando sempre il fiume.

Parcheggio di Via Montecchio Nord - Colico

Verso il Lungolago di Colico

 

Giunti nei pressi di Trivio-Fuentes (nelle vicinanze è visitabile anche il famoso Forte di Fuentes) notiamo di fronte a noi il nuovo tratto della SS36; qui troviamo i primi cartelli del Sentiero Valtellina, che d'ora in poi salvo rare eccezioni si presenteranno sempre nel medesimo modo, ossia su sfondo marrone con scritta bianza; svoltiamo alla nostra sinistra e proseguiamo.

Cartelli del "Sentiero Valtellina" nei pressi di Fuentes 

Il sentiero si mantiene sempre su fondo asfaltato e ben segnalato per diversi km, questo tratto è molto facile ed è impossibile sbagliare traccia, quindi ci dilungheremo meno rispetto invece ad altri punti più "bisognosi" di indicazioni. Nel frattempo quasi sempre alla nostra sinistra avremo il bellissimo Fiume Adda, che man mano che saliamo verso la Valtellina acquisterà sempre di più un colore turchese, come già vi avevamo accennato in precedenza.

Sentiero Valtellina nei pressi di Delebio

Sentiero Valtellina nei pressi di Vallate

Area Giochi presso Cosio Valtellino 

Dopo circa 17 km, tutti su una ciclabile ottimamente segnalata, giungiamo a Morbegno (So), dove improvvisamente il tratto Ciclopedonale si interrompe. Questo è il primo e forse il più difficile punto che occorre seguire con molta attenzione per non perdere il Sentiero Valtellina ed evitare di fare pericolosi tratti sulla statale.

Sbuchiamo all'inizio di "Via Lugane"; alla fine della strata notiamo dei piccoli cartelli rossi con disegnata una bici. Questi sono i nuovi cartelli del sentiero Valtellina che dobbiamo seguire per raggiungere il paese di Morbegno. Prestiamo quindi massima attenzione e non sbaglieremo. Giunti però alla rotonda che collega con la Via Forestale ( una grossa arteria) le segnalazioni sembrano interrompersi; in effetti è proprio così, niente paura e proseguiamo diritti in direzione fiume Adda. Giunti sul fiume (Via Lungofiume) svoltiamo alla nostra destra percorrendo la Via Lungo Adda e dopo qualche km noteremo dei cartelli che indicano l'inizio del Sentiero Valtellina a ridosso di un bellissimo ponte di epoca Romana ( del quale inseriamo foto qui sotto); riprendiamo quindi la nostra Ciclopedonale.

Morbegno Via Lugane

Ponte pedonale e Ciclabile di Morbegno

Via Lungo Adda

Ponte Romano e ripresa Sentiero Valtellina 

Dopo qualche km su fondo asfaltato la ciclabile ci porta su un tratto sterrato a ridosso del Fiume Adda; percorriamo sempre diritti senza mai svoltare (unica direzione disponibile). Terminato il nostro sterrato raggiungiamo sempre nel Comune di Morbegno un'altro ponte stradale con semaforo per il senso di marcia alternato, lo superiamo anche noi e appena terminato a ridosso del cartello di Paniga (fraz. Morbegno) riprendiamo il sentierino che corre verso il fiume alla nostra destra.

Sterrata lungo il Fiume Adda

Nei pressi di Paniga 

Dopo un primo breve tratto molto bello sbuchiamo sulla strada ( Via Adda Paniga), la percorriamo in direzione salita (è un bel muretto :) ) e alla fine della strada alla nostra destra riprendiamo il sentiero sterrato. Prestiamo molta attenzione in questo tratto in quanto il fondo è molto dissestato e si tratta per lo più di un sentierino da affrontare a piedi.

Sterrata abbastanza impervia 

Terminato il tratto sconnesso veniamo rimandati ancora una volta sulla nostra Ciclopedonale. Dopo qualche minuto però il tracciato si interrompe e dobbiamo riprenderlo dopo qualche metro sulla nostra destra (inserisco una foto esplicativa). Evitiamo di proseguire diritti altrimenti sbuchiamo sulla solita SS38; per informazione ci troviamo nel Comune di Ardenno.

Presso Ardenno (So) 

Ancora una volta riprendiamo il nostro solito tracciato asfaltato del Sentiero Valtellina, che in questo tratto è ricco anche di interessanti punti di sosta, come Aree Pic-Nic con tavolini attrezzati.

Dopo qualche decina di minuti sbuchiamo presso il Comune di Forcola (visibile da un cartello stradale) a ridosso della SS38, proseguiamo in direzione opposta alla Statale verso la "montagna".

Poco più avanti troviamo un ponte che attraversa il Fiume Adda, che in questo punto ha raggiunto il suo colore naturale; proseguiamo in direzione Valtellina risalendo la via Strada Provinciale 16, che successivamente diventerà Via Selvetta, e terminata la strada nei pressi di un'altro ponte dobbiamo indirizzarci verso di esso, senza però attraversarlo, e svoltare immediatamente alla nostra destra appena vediamo il cartello di inizio del Sentiero Valtellina (inseriamo la foto).

Area Pic-nic presso Ardenno

Forcola (So)

Fiume Adda

 

D'ora in poi la Ciclopedonale riprende ininterrottamente su fondo asfaltato fino al Comune di Piateda dove sbuchiamo nei pressi del Ponte sull'Adda di Via Sp16; qui occorre risalire sul ponte e dall'altra parte della strada riprende il nostro Sentiero.

Sentiero Valtellina nei pressi di Selvetta

Sentiero Valtellina nei pressi di Albosaggia

Piateda (So) 

Percorriamo la strada fino ad arrivare in Via Gherbiscione, affrontiamo tutta la Via fino a giungere su un ponte stradale e al di là del ponte ritroviamo i cartelli di inizio del Sentiero Valtellina; prendiamo la direzione senza pensarci due volte :)

Il sentiero Valtellina riprende quindi sulla Ciclopedonale solita, ci fa macinare diversi km in assoluto relax senza mai interrompersi; quando raggiungiamo la quota 51 km dal punto di partenza ci troviamo nei pressi della Via Vanoni Ezio a Sondrio ! Qui non è richiesta nessuna particolare accortezza, semplicemente dobbiamo oltrepassare il ponte e al di là di esso riprendere il Sentiero Valtellina che troviamo alla nostra destra.

Nuovamente per un buon tratto di strada non ci sarà alcun bisogno di descrivere il percorso, basta seguire i cartelli soliti su fondo marrone nella direzione sempre dell'Alta Valtellina e al km 57 abbiamo raggiunto il Comune di Boffetto, appena dopo Piateda. Dopo aver percorso tutta la Via Valeriana giriamo alla nostra destra in Via Streppona e poi in Via Bonazza. Raggiungiamo quindi Piazza Lusin a Boffetto, della quale vi inseriamo una foto esplicativa e proseguiamo in direzione Via S. Pietro Martire. Vi consiglio una sosta a visitare questo strepitoso borgo che costituisce un'angolo caratteristico di Valtellina.

La Piazza Lusin a Boffetto 

Riprendendo il percorso, alla nostra sinistra ritroviamo i Cartelli del Sentiero Valtellina, tiriamo un sospiro di sollievo e proseguiamo nella direzione indicata. Raggiungiamo senza difficoltà Via Valgella a Tresenda, qui troviamo a ridosso della mura due cartelli del Sentiero Valtellina, prendiamo la direzione alla nostra destra (ovvia) e proseguiamo. La Ciclopedonale prosegue su una strada sterrata bianca a ridosso di qualche industra per l'estrazione della sabbia dal letto del Fiume. Questo tratto è abbastanza lungo ( tutto diritto senza variazione) e la gamba inizia a farsi sentire. Terminati i vari percorsi della Ciclopedonale e, ammirati gli stupendi panorami, sbuchiamo presso Via Svandana e siamo a Villa di Tirano ! Oramai manca poco e teniamo duro per gli ultimo 5/6 km scarsi :)

Percorsa tutta Via Svandana raggiungiamo un ponte stradale sul Fiume Adda, oltre ai cartelli stradali troviamo anche i cartelli marroni del Sentiero Valtellina; proseguiamo nella direzione indicata costeggiando ancora una volta il corso del Fiume (inseriamo una foto del punto specifico).

Cartelli del "Sentiero Valtellina" nei pressi di San Giacomo di Teglio

Via Valgella - Tresenda

Villa di Tirano (So) 

Il tratto che affrontiamo ora è tutto su fondo asfaltato costeggiando l'Adda (Via lungoargine Poschiavino - Tirano). Tra qualche chilometro raggiungeremo la strada SS38 ed ecco di fronte a noi il cartello stradale di Tirano ! Qui termina ufficialmente questo lungo ma bellissimo percorso. Siamo a quota 81 km da Colico, felici di aver ammirato dei paesaggi stupendi lungo il Fiume Adda ed attraversato bellissimi borghi di Valtellina.

Cartello di Tirano, la nostra meta 

Consigliamo anche una visita alllo stupendo Santuario della Madonna di Tirano e magari, come abbiamo fatto anche noi, la classica foto di rito :)

Basilica di Tirano con Giorgio presente :) 

 

Consigliamo di affrontare il suddetto percorso sulla base di due giorni, magari passando la notte qui a Tirano. Come struttura di appoggio noi abbiamo scelto l' "Ostello B&B Seicento" di Sernio, a qualche km dal centro di Tirano.

Vi ringrazio per la pazienza nella lettura di questo articolo e spero che sia stato il più chiaro possibile, per ogni eventuali dubbio scrivete sulla mia mail personale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., saprò darvi tutte le informazioni che vorrete. Giorgio.

 

Disponibile file .gpx del percorso, accedi tramite il pannello sottostante per visualizzare e scaricare il file !


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: