Rifugio Branca - Sentiero Glaciologico dei Forni[SO]

Questo semplice itinerario in alta Valfurva vi condurrà in uno degli ambienti nautrali più belli delle Alpi centrali, al cospetto di uno dei ghiacciai più maestosi delle Alpi: il Ghiacciaio dei Forni.

Dall'abitato di Santa Caterina si raggiunge in auto o tramite i bus navetta la località Forni (2178m), dove sorge l'omonimo albergo. Qui termina la strada asfaltata e partono gli itinerari per la Valle dei Forni e la Val Cedec. Partendo dal parcheggio basso si seguono le indicazione per il Rifugio Branca: una prima alternativa è quella di percorrere la strada carrozzabile, ma la sconsigliamo vivamente in quanto poco panoramica e continuamente percorsa dal jeep e foristrada. La seconda alternativa consiste nel percorrere il Sentiero Glaciologico dei Forni, che si mantiene sul fondovalle a lato del torrente. Si tratta di un percorso che risale l'antica zona occupata in passato dalla morena glaciale, inoltrandosi nel bosco di larici e abeti e alternando tratti pianeggianti a brevi saliscendi e scalini rocciosi. Mano a mano che si prosegue, inoltre, si apre di fronte a noi il magnifico scenario del Ghiacciaio dei Forni, il cui bianco intenso si contrappone nettamente con il verde della vegetazione. Dopo circa mezz'ora di cammino, il sentiero attraversa il torrente tramite un ponte e si porta sul versante opposto della vallata, proprio sotto la collina su cui sorge il rifugio Branca. a questo punto inizia la parte più impegnativa dell'itinerario, una salita molto ben tracciata con ampi tornanti su terreno ben battuto. La bellezza del paesaggio è arricchita dal fatto che si costeggia il rimbombande salto di una cascata, che si attraversa, alla fine, con un piccolo ponte di metallo.
Si arriva così al Rifugio Branca (2493m), a meno di un'ora di cammino dalla partenza: la terrazza del rifugio offre il più bel panorama a 180° sul Ghiacciaio dei Forni, con le cime del Tresero (3594m) e del San Matteo (3698m).
Dal rifugio Branca è possibile collegarsi direttamente con la Val Cedec e raggiungere il Rifugio Pizzini attraverso il sentiero 28c che parte esattamente dietro al rifugio stesso; dopo un breve tratto pianeggiante si percorrono alcuni saliscendi a mezzacosta, con alcuni brevi passaggi un po' insidiosi (corse fise e pioli metallici). Raggiunto il crinale della Val Cedec, si apre di fronte a noi la vista sul Gran Zebrù, mentre la traccia prosegue scendendo lentamente verso il fondovalle

.Sentiero Glaciologico dei Forni

Salendo al Rifugio Branca

Ghiacciaio dei Forni

Rifugio Branca

Val Cedec e Gran Zebrù


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: