Rifugio Soldanella da Ballabio (Lc)

CARATTERISTICHE

 

Dislivello: 600 mt

 

Attrezzatura: Zainetto con qualche cosa da bere e da ripararsi, scarponcini da trekking

 

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato:  1.15 h

 

DESCRIZIONE :

 

Il Rifugio Soldanella è una bellissima e storica struttura risalente al 1899, essa sorge in loc. Pian dei Resinelli a quota di 1350 mt. in Valsassina prov. di Lecco. L'escursione che andremo a proporvi oggi parte dal comune di Ballabio (750 mt.) e si svilupperà interamente attraverso la Val Grande.

Raggiungiamo quindi Ballabio, facilmente accessibili essendo posizionato proprio all'uscita della nuova galleria che da Lecco conduce in Valsassina, alla prima rotonda che incontreremo proseguiamo diritti e per non sbagliare dobbiamo seguire i cartelli che indicano Pian dei Resinelli. Imboccata questa strada principale dopo la rotatoria dovremo mantenerla per circa 800 mt, fino ad incontrare sulla nostra sinistra un piccolo parcheggio libero in contrapposizione di un ponte. Qui possiamo lasciare tranquillamente la nostra vettura e incamminarci lungo la via che abbiamo difronte a noi, ovvero la Via Grigna.

Parcheggio

La Via Stelvio a Ballabio

Terminata la Via il percorso prende a salire molto dolcemente nel bosco, una serie di tornanti ci fanno guadagnare quota mentre sulla nostra sinistra il torrente è sempre presente, ad un centro punto il sentiero ( qui percorribile anche da qualche fuoristrada) prende a salire, troveremo lungo il tracciato una serie di centrali elettriche/acquedotti e anche qualche divieto di passaggio, non dobbiamo aver nessun timore in quanto questi divieti valgono solamente per le auto.

Prima parte dello sterrato

Qualche stanga di divieto per le auto

Arrivati al quarto tornante della nostra salita la situazione cambia, qui troviamo infatti un piccolo cascinotto in lamiera con alla sinistra una teleferica, in questo punto dobbiamo seguire le indicazioni che appaiono sbiadite su di esso, abbonando la strada principale e svoltando a destra in direzione Resinelli. Il sentiero riprende a salire abbastanza deciso nel bosco, ogni tanto troveremo dei cartelli su sfondo bianco che indicano le direzioni, noi dobbiamo seguire sempre i Pian dei Resinelli.

Prestiamo attenzione anche all'attraversamento di un piccolo torrente, per il quale inseriamo un'immagine sotto.

Cascinotto in lamiera

Attraversamento del ruscello

Dopo qualche decina di minuti incontriamo un'altra costruzione in cemento ( foto sotto) sulla quale sono indicate delle direzioni, svoltiamo a destra e proseguiamo nel bosco. Dopo un'altra breve rampa in salita il paesaggio si apre, iniziamo a lasciare il bosco rimanendo su un sentierino che taglia tra i campi. Dopo pochissimi minuti difronte a noi intravediamo un gruppo di case, alla base di esse troviamo nuovamente i cartelli segnaletici su sfondo bianco, qui dobbiamo mantenerci semplicemente sul lato di sinistra aggirandole.

Cascinotto in cemento

Dopo il punto sopra descritto ci riportiamo su un sentiero che riprende a salire nel bosco, questa volta le pendenze sono molto modeste e quasi pianeggianti, ad un certo punto alla vista di una casa isolata incontreremo un bivio ( poco visibile, alleghiamo sotto una foto), svoltiamo a destra seguendo il tracciato che riprende a salire parecchio deciso nel bosco. Ancora una volta i cartelli bianchi ci indirizzano verso i Resinelli.

Bivio, svoltare a destra

Terminata la fase di salita ritroviamo una serie di case isolate, a dire vero sembra un piccolo complessino di case di recente costruzione, in questo punto non ci sono molti cartelli ma dovremo semplicemente seguire lo sviluppo di una curiosissima staccionata, realizzata con solo degli Sci veri !

Terminata la staccionata incontriamo una catena messa a protezione di questa proprietà privata, la aggiriamo a ci immettiamo sulla strada sterrata (anche percorribile dalle auto) che arriva dai Pian dei Resinelli. A questo punto il nostro percorso dopo circa 1 ora di cammino è quasi terminato, camminiamo per tutta la durata dello sterrato fino ad incontrare un grosso rifugio e qualche altra casa isolata, precisamente qui (alleghiamo foto) abbiamo una strada che gira a destra in salita e una a sinistra principale che si mantiene quasi in discesa, noi dobbiamo optare per la seconda scelta, e dopo pochissimi secondi eccoci apparire alle spalle del grandioso Rifugio Soldanella (1350 mt.)

Ignorare strada sulla destra, mantenersi sulla sinistra

Rifugio Soldanella

Il Rifugio è stato costruito nel 1899, successivamente ha sempre svolto il suo servizio fino al 2004, anno nel quale è rimasto chiuso per un breve periodo, successivamente ha cambiato gestione passando nelle mani degli attuali gestori. Le indicazioni per la discesa sono le stesse della salita, magari prestando attenzione in autunno a causa delle foglie che potrebbero nascondere qualche sasso.

Ed ecco per voi il nostro VideoTrekking :

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: