Pizzo Pioltone - Val Bognanco (Vco)

La Val Bognanco si estende ad ovest dell'abitato di Domodossola, spingendosi fin sullo spartiacque svizzero, al cospetto delle maestose vette del Monte Rosa e della Weismiess. Si tratta di una valle poco conosciuta e che, nella sua prima parte, può sembrare anche squallida: la strada sale con tornanti inizialmente tra i boschi, attraversando poi un primo nucleo di case in cui spicca l'ormai abbandonato edificio delle Terme di Bognanco. La strada sale di nuvo, giungendo al centro dell'abitato di Bognanco, per poi stringersi e proseguire con tornanti nei prati fino all'oratorio di San Bernardo, dove termina.
Si inizia quindi a camminare, inizialmente su sterrato, poi su sentiero in leggera salita nel bosco di larici, seguendo le indicazioni per il Rifugio Gattascosa. Si cammina al lato del torrente, superando a volte dei gradini rocciosi, senza però mai incontrare difficoltà. Si raggiunge quindi un'ampia radura, attraversata la quale una breve ma ripida rampa conduce al piccolo Lago Ragozza (1958m). Il sentiero prosegue quindi sempre in leggera salita ed in circa un quarto d'ora (45 minuti dalla partenza) si raggiunge il piccolo Rifugio Gattascosa (1993m), ai piedi del Pizzo Pioltone.

Alta Val Bognanco

Pizzo Pioltone

Pizzo Pioltone

Rifugio Gattascosa

Si prosegue a questo punto sul sentiero a mezzacosta che in circa quindici minuti conduce al Passo di Monscera (2103m), da cui la visuale si apre sulla vallata di Zwischbergen e sul massiccio della Weismiess. A questo punto inizia la vera e propria ascesa del Pizzo Pioltone, che erge con la sua ripida pietraia proprio davanti a voi. Si segue una leggera traccia verso nord, che inizalmente si inerpica sui prati. Dopo breve il terreno diventa roccioso ed inizia una lugna e ripida salita su sfasciumi, spesso instabili. La conformazione del rilievo fa si che fino all'ultimo non si veda la cima; solamente una leggera diminuzione della pendenza, dopo circa 50 minuti di salita incessante, indica che ormai ci siamo; dopo poco si intravede l'ometto di vetta. Dalla cima (2610m), il panorama a 360° spazia dal Cistella, al Blinnenhorn, al Rosa e alla Weismiess.

Lago di Monscera

Gruppo della Weismiess

Monte Leone

Sguardo verso la Val d'Ossola

La discesa segue la stessa via della salita, facendo attenzione alle pietre instabili, fino al Passo di Monscera. A questo punto, si scendono i prati a nord est raggiungendo la strada sterrata nei pressi del caseggiato dell'Alpe Monscera, visibile anche dal passo.
Poco dopo l'alpe, si prende un sentiero sulla destra con le indicazioni per il Lago d'Agro. Si cammina su terreno pianeggiante circa un quarto d'ora in mezzo ai larici, fino a raggiungere il lago, ai piedi della verticae parete nord del Pioltone. Il sentiero si perde un po' tra le rocce, risalendo una piccola collina, per poi scendere abbastanza ripido nella vallata in direzione est. Dopo circa mezz'ora, si incontra una strada carrozzabile, nei pressi della località Arza (1754m). Si prosegue la discesa ora su asfalto, per ritornare in circa un quarto d'ora all'Oratorio di San Bernardo, punto di partenza.

Discasa dal Pizzo Pioltone

Luci e ombre

Lago d'Avio


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: