Gran Traversata Elbana - Tappa 1, da Cavo a Porto Azzurro

 

CARATTERISTICHE

Lunghezza: 21 km

Dislivello: 1100 mt

Attrezzatura: Scarpe da escursionismo, Zaino con Indumenti di ricambio (per coprirsi e per la pioggia), del Cibo e almeno 1.5 lt. di acqua

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato: 8.00 ore

Cartina: Carta Kompass nr. 2468 - Isola d'Elba KompassLogo

 

DESCRIZIONE

 

Vista dal punto panoramico il "Semaforo"

Il GTE, Grande Traversata Elbana, parte ufficialmente da Cavo (Li), situato sul versante Est dell'Isola d'Elba.

Cavo è caratterizzato da un bellissimo lungomare, con coste prevalentemente sabbiose.

 

Vi consigliamo di pernottare una notte direttamente in paese, ci sono varie strutture disponibili, così da partire il mattino seguente già ben organizzati per la camminata.

Volendo è possibile sfruttare uno dei collegamenti in Nave, che da Piombino collegano direttamente a Cavo (sono disponibili sia traghetti che aliscafi).

 

Costeggiando il Lungomare (Via Lungomare Kennedy), lasciandoci alle spalle il Porto, procediamo in direzione Nord fino ad incrociare un pannello descrittivo della GTE

Su di esso viene rappresentato per intero il percorso con anche vari dati altimetrici, molto interessante da consultare.

Cavo, partenza del GTE nei pressi del Lungomare 

Superato il Cartello procediamo su strada asfaltata, iniziando così ufficialmente la nostra lunga Traversata.

Dopo un centinaio di metri incontriamo un primo cartello escursionistico della GTE e procediamo diritti su fondo sterrato.

Cavo, prima parte del percorso  

Sempre su pendenze pressochè pianeggianti camminiamo in un primo tratto completamente immersi nel bosco e successivamente tra arbusti bassi della macchia mediterranea, con una visuale splendida sul Mare.

In questa prima parte del percorso si procede "aggirando" il promontorio di Cavo, che costituisce il punto più a Nord dell'Isola.

Non incontreremo nessuna significativa deviazione del percorso, solo ad un bivio dovremo mantenerci sul sentiero principale seguendo le indicazioni per Monte Grosso

Cavo, Trekking pianeggiante lungo il promontorio 

Dopo circa 1 oretta e mezza di cammino si raggiunge il così detto "Semaforo", un’importante postazione militare di vedetta usata dai soldati italiani durante l’ultima guerra mondiale.

Ci troviamo a quota di 346 mt. nei pressi di Monte Grosso, il primo rilievo della giornata.

Davanti a noi un panorama superbo, ad est il paese di Cavo e i tre isolotti di Topi, Palmaiola e Cerboli; oltre il canale di Piombino, la costa italiana.

Ad ovest il lato settentrionale dell’Elba con il monte Capanne che svetta e in lontananza Capraia e la Corsica

Il Semaforo presso Monte Grosso

Recinzione in legno nei pressi del "Semaforo" 

Visuale dal "Semaforo"

Superata una recinzione in legno, seguiamo il sentiero sempre sterrato che si addentra nella selvaggia "Valle delle Fiche"

In questo tratto si procede in forte discesa, prestare attenzione al fondo irregolare del terreno.

Fino a questo punto il Sentiero è rimasto ben marcato con un elevato numero di Cartelli GTE

Discesa verso la Valle delle Fiche 

La discesa e successivamente un tratto semipianeggiante, termina nei pressi della Strada Provinciale nel tratto che corre da Rio Marina a Nisporto.

Qui incontriamo anche un tavolo da PicNic dove è possibile rifocillarsi e riposarsi

Raccomandiamo ancora una volta di portare nello zaino un adeguata quantità di Acqua, visto che su tutta l'isola la presenza di Fontanelle o Sorgenti è quasi inesistente...

Punto di sosta lungo la Strada Provinciale 

Camminiamo da circa 2 ore e mezza ed ora si avvicina la parte più impegnativa di tutta la Tappa.

Un ripido sentiero, scavato come un Canyon dall'acqua, ci porta sulla sommità del Monte Strega (427 mt.)

Salita verso il Monte delle Streghe

Raggiunta la Cima si procede lungo un panoramico sentiero di cresta in un susseguirsi di piccoli saliscendi, fino a raggiungere poco più avanti il Monte Capannello (406 m), punto di osservazione ideale sulle baie di Bagnaia e Nisporto.

La salita non è ancora terminata, anzi proprio in questo tratto occorre stringere i denti per raggiungere la "Cima del Monte", situata ad una quota di 516 mt. che costituisce la vetta più elevata di questa prima Tappa.

Dalla Cima è possibile ammirare un bellissimo panorama su tutta l'Elba Orientale.

 

Lasciata alle spalle la vetta, caratterizzata da alcuni ripetitori e antenne, procediamo lungo una discesa a forte pendenza, caratterizzata anche da diversi massi irregolari (portate attenzione visto che la stanchezza alle gambe comincerà a farsi sentire).

Discesa dalla "Cima del Monte" 

Il sentiero prosegue successivamente lungo una carrozzabile ampia a fondo regolare, fino a raggiungere la località Casa Marchetti (276 mt.) nei pressi dell'Agriturismo Terra e Cuore (valido punto di Ristoro)

Agriturismo Terra e Cuore a Porto Azzurro

Discesa verso Porto Azzurro

Giunti a questi punto "abbandoniamo" il GTE seguendo i cartelli escursionistici del Cai Elba che indicano Porto Ferraio.

Visuale di Porto Azzurro

Ultimo tratto costeggiando i Vigneti

Arrivo a Porto Azzurro

Procediamo sempre in leggera discesa costeggiando alcuni filari di uva e casolari isolati, fino a sbucare dopo circa 20 km e quasi 8 ore di cammino a Porto Azzurro (il Sentiero sbuca in Loc. Monte nei pressi del Campo Sportivo e del Conad City, che sono a pochi minuti dal Centro Cittadino)

Verificate quindi la posizione del vostro alloggio per raggiungerlo comodamente !

Piazza di Porto Azzurro

 

Noi abbiamo soggiornato da "Sassi Turchini" in loc. Sassi Turchini nei pressi della Spiaggia del Barbarossa, una delle spiagge più belle di tutta l'Isola d'Elba.

Sassi Turchini è una struttura ricettiva dedicata al Turismo Sociale, dispone di diverse camerate ideali per accogliere Gruppi Numerosi (come Squadre, Comitive, Oratori ecc ecc)

La struttura è completamente realizzata senza barriere architettoniche, accessibile quindi anche per diversamente abili.

Sassi Turchini, come nel nostro caso, è stata un'ottima soluzione anche per due persone, in quanto dispone di camerate ampie e poco affollate soprattutto al di fuori della stagione estiva.

Contattate la gentilissima e super disponibile Sara Frattale (Tel + 39 3922394607), che sarà ben lieta di aiutarvi

 

Sassi Turchini - Località San Felo Porto Azzurro (LI) – Sito Internet - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sassi Turchini, Esterno

Sassi Turchini, Esterno

Sassi Turchini, Esterno

Sassi Turchini, la Pineta Esterna

Sassi Turchini, area Pranzo esterna

Sassi Turchini, Colazione

Sassi Turchini, Camerata

 

Seguite tutto il Video della Prima Tappa del GTE ! Buona visione:

 

Disponibile file .gpx del percorso, accedi tramite il pannello sottostante per visualizzare e scaricare il file !

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: