Trekking del Cristo Pensante (Tn)

Il trekking del Cristo Pensante è un itinerario che si sviluppa nella bellissima cornice delle Pale di San Martino, su terreno semplice e con dislivello moderato (in tutto circa 400 metri), e porta alla cima del Monte Castellazzo, dove nel 2009 è stata posta una statua raffigurante il Cristo che appunto pensa, osservando il bellissimo panorama a 360° di cui si può godere da lassù. Si parte dal Passo Rolle, prendendo la strada per la Baita Segantini. E' possibile percorrere per intero i tornanti della carrozzabile oppure tagliare lungo le numerose scorciatoie tra i prati, accorciando notevolmente il percorso. In circa venti minuti si raggiunge la capanna Cervino e da cui in altrettanto tempo si raggiunge il colle dove sorge la Baita Segantini (2200m), la cui sagoma si staglia contro le ripide pareti del Cimon della Pala e della Cima Vezzana. Superata la baita si imbocca il sentiero che si stacca sulla sinistra, seguendo sempre le indicazioni per "Trekking del Cristo Pensante". Si gira intorno ad un colle in pianura, per poi procedere in leggera discesa verso un'ampia sella; il Monte Castellazzo compare davanti a noi con il suo ghiaione orientale. Giunti ai piedi della parete il sentiero piega a destra e inizia a risalire; dopo un'ampia curva a sinistra la salita si fa più decisa e vediamo di fronte a noi i numerosi tornanti che ci porteranno alla vetta. Si sale a zig zag con pendenza variabile, più accentuata nella prima parte; il sentiero è comunque largo e ben tenuto. Dopo circa un quarto d'ora dall'inizio dei tornanti incontriamo una grotta sulla sinistra, da cui sale un altro sentiero; proseguiamo lungo il nostro cammino, ora con minor pendenza, sempre a tornanti. Altri dieci minuti e siamo ormai vicini alla vetta del Castellazzo, mentre i prati che attraversiamo si mostrano costellati di enormi massi. Un ultimo rettilineo ci conduce quindi alla croce metallica e alla statua del Cristo, rivolta verso ovest, nei pressi dei quali troviamo anche i resti di una trincea risalente alla Grande Guerra. Il panorama dalla cima del Castellazzo (2333m) è meraviglioso e spazia dalle Pale, alla Marmolada con la Cima Uomo, al Latemar e al Lagorai.

Capanna Cervino con le Pale sullo sfondo

Baita Segantini e Cimon della Pala

Il Monte Castellazzo domina l'itinerario

Pale di San Martino

Panorama dalla vetta con il Lago di Paneveggio

Cristo Pensante e croce di vetta


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: