itenfrderues

Santuario di San Romedio e Laghi Tavon e Coredo da Sanzeno (Tn)

   

      CARATTERISTICHE:

Dislivello: 220 metri

Attrezzatura: Scarponcini da escursionismo semplice 

Difficoltà:  (?)

Tempo impiegato: 30 minuti per il Santuario e 30 minuti in più per i Laghi

DESCRIZIONE:

 

Tra le passeggiate più belle e famose del Trentino troviamo sicuramente quella dell'Eremo di San Romedio, situato nel cuore della splendida Val di Non.

L'eremo è in assoluto tra i più caratteristici d'Europa, sia per la sua posizione estremamente panoramica (sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri), ma anche per lo spettacolare itinerario che permette di raggiungerlo, percorso che vi spiegheremo in questa pagina.

 

Prima di descrivervi l'itinerario vi raccontiamo una curiosità su questo luogo, San Romedio qui visse per moltissimi anni da eremita, in compagnia solamente di un orso trentino.

Ancora oggi è presente un'esemplare di questo straordinario animale, motivo in più per effettuare anche questa passeggiata con i più piccoli.

 

L'escursione parte da Sanzeno, bellissimo borgo situato a quota di 680 metri, abitato già nel VI secolo a.C.

Sanzeno è raggiungibile dopo Trento lungo la strada che risale la Val di Non.

Possiamo posteggiare la nostra vettura nei pressi del Museo Retico (Via Rezia,87) dove è disponibile un grande parcheggio.

Museo Retico a Sanzeno (Tn) 

Parcheggio nei pressi del Museo Retico Sanzeno (Tn)

Lasciato il parcheggio ci incamminiamo lungo una passerella in legno che conduce ad un piccolo sentierino che attraversa i terrazzamenti, in questa prima parte del percorso siamo in leggera discesa

La passerella in legno

Proseguiamo fino ad entrare nel bosco, il panorama ora cambia radicalmente e ci addentriamo in un sentiero scavato nella parete di roccia a strapiombo sulla vallata sottostante che, man mano, sprofonda sempre di più verso il basso.

Niente paura, il percorso può essere effettuato da chiunque in quanto il sentiero è molto largo e protetto verso lo strapiombo da un parapetto in legno molto solido, quindi anche chi avesse problemi di vertigini può stare tranquillo.

Sentiero nella roccia

Sentiero nella roccia

Attenzione solamente ad alcuni punti di passaggio particolarmente "bassi", dove occorre piegare molto spesso la testa per non farsi male.

Percorriamo questo suggestivo percorso per circa 15 minuti, costeggiando anche lateralmente una parete di roccia.

Percorso all'interno del Canyon 

Terminato questo tratto ci addentriamo nuovamente nel bosco, il percorso prosegue ora leggermente in discesa verso l'evidente fondovalle.

Proseguiamo sempre diritti, mantenendoci sul sentiero principale e evitando qualche piccolo sentierino minore; dopo una decina di minuti ci ricongiungiamo alla strada asfaltata nei pressi di alcune gigantesche reti protettive.

Sentiero nel bosco che costeggia il fiume 

Proseguiamo ora su asfalto per poche decine di metri fino a raggiungere in brevissimo tempo il parcheggio dell'Eremo di San Romedio, ci troviamo a quota 770 metri.

Qui possiamo prendere un sentiero scalinato sulla destra fino a raggiungere in brevissimo tempo L'eremo. La struttura è veramente spettacolare ed è stata costruita in cima ad uno sperone roccioso a strapiombo sul canyon sottostante.

Il Santuario è inoltre formato da 5 piccole chiesette, collegate tra di loro da una scalinata che conta ben 131 gradini

Sanromedio 

Dopo una visita alla struttura (aperto tutto l'anno con orari diversi a seconda del mese, ingresso gratuito) proseguiamo imboccando l'evidente sentiero di fronte all'entrata del monastero, seguendo i cartelli per i Due Laghi

Volendo per chi avesse voglia di allungare brevemente il tragitto consigliamo anche la visita al Cimitero dell'Eremo (situato a poca distanza), punto panoramico di grande fascino.

Panoramica su Sanromedio 

Il percorso prosegue ora in salita, fino a raggiungere dopo circa 10 minuti di cammino, un'evidente curva a destra, le pendenze ora aumentano sensibilmente permettendoci di guadagnare un discreto dislivello.

Scolliniamo nei pressi di una villa e ad un bivio prendiamo a sinistra: una ripida rampa ci conduce in una decina di minuti fuori dal bosco nei pressi del Lago Tavon (880m), il nostro primo specchio d'acqua.

Lago Tavon - 880 mt. 

Ora possiamo costeggiare il lago lungo il sentiero totalmente pianeggiante (bellissimo e panoramico) fino alla murata della diga, oltre la quale incontriamo il più piccolo Lago di Coredo, anch'esso circondato da un bellissimo sentiero pianeggiante.

Qui oltre ad un'area giochi e ad un moderno percorso vita, troviamo anche il Ristorante Due Laghi, dove è possibile volendo fare una sosta culinaria.

Lago Coredo 

Il ritorno lo si effettua sullo stesso percorso dell'andata senza particolari difficoltà.

 

Segnaliamo inoltre, per chi fosse interessato, la possibilità di assistere alle Sante Messe tutti i giorni (da lunedì a venerdì indicativamente alle 16.00/17.00). Inoltre ogni 15 Gennaio si festeggia il giorno di San Romedio con una messa ed il tradizionale piatto del pellegrino a base di trippe.


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami
 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: