Val di Contrin e Passo S. Nicolò (Tn)

L a Val di Contrin si estende alle pendici occidentali del Gran Vernel, al cospetto delle stupendi pareti del Gruppo della Marmolada e del Colac.  Si tratta di un'ampia vallata in buona parte pianeggiante, percorsa dal torrente omonimo, che è punto di partenza per numerose escursioni; qui vi presentiamo la classica traversata della valle fino al Passo di San Nicolò. Ad Alba di Canazei, presso l'Hotel  La Cacciatora, si imbocca il sentiero n°602 che entra pianeggiante nel bosco. Dopo un centinaio di metri, superato il ponte sul Ruf de Contrin,  la pendenza aumenta notevolmente, e il sentiero prosegue con ripidi e stretti tornanti che permettono in circa quaranta minuti, superato un dislivello di 400m, di raggiungere la piccola Baita Locia Contrin(1800m), all'ingresso della Valle. Il sentiero prosegue e si fa pianeggiante; per un lungo tratto la passeggiata si fa molto tranquilla data l'assenza di salite, e il panorama sul Colac (2713m) a destra, la Marmolada(3342m) a sinistra e il gruppo del Sella(3152m) alle vostre spalle è bellissimo. Si cammina su di una carrozzabile sulla sinistra orografica della Valle, ignorando la deviazione sulla sinistra per la Forcia Nigra. Attraversato il torrente la strada incomincia a salire, con una pendenza che si fa man mano più accentuata; il fondo del terreno si fa via via più sassoso e insidioso. Dopo una breve rampa si raggiugne la Baita Cianci, posta su una verde collinetta all'ingresso del bosco. In poco più di un quarto d'ora si sale in cima al cucuzzolo che ospita il Rifugio Contrin, a 2016m, all'ingresso della Val Rosalia, che risale verso il Passo Ombretta e la Forcella Marmolada.  Si riparte seguendo le indicazioni per il Passo San Nicolò, discendendo in parte il cucuzzolo verso la Malga Contrin e attraversando il fiume. Dopo un tratto pianeggiante il sentiero incomincia a salire nel bosco con alcuni tornanti e rampe piuttosto ripide tra le radici. In circa quindici minuti si esce dal bosco e si prosegue in falsopiano a mezza costa sui ghiaioni che scendono dal Lasté de Contrin. Raggiunta un'altra collina erbosa la si risale con ampi tornanti piuttosto ripidi, raggiungendo quindi il crinale che in circa un'ora dal Rifugio Contrin, conduce ai 2340m del Rifugio Passo San Nicolò, situato sull'omonimo passo. Il panorama che da qui si può ammirare va dalla Val di Contrin e il gruppo del Sella a nord, la Marmolada ad est, la Crepa Neigra ed il Colac ad ovest e la Val San Nicolò a sud. La discesa più avvenire sul medesimo itinerario dell'andata oppure sul versante opposto, scendendo in Val san Nicolò.

Sentiero della Val Contrin

Rifugio Cianci

Rifugio Contrin

Val Rosalia

Parate sud della Marmolada

Cime di Ombretta

Alta Val Contrin

Rifugio Passo San Nicolò

Il Gruppo del Sella visto dal Passo S. Nicolò


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: