Giro del Sassolungo (Tn)

Questo itinerario consente di compiere il periplo completo del Sassolungo, cima principale dell'omonimo gruppo montuoso, situato a cavallo tra l'alta Val di Fassa e la Val Gardena. Nei pressi del Rifugio Passo Sella, è possibile prendere la telecabina della Forcella sassolungo, impianto "old style" che in circa quindici minuti conduce al rifugio Demetz (2681m), risparmiando così una salita piuttosto impegnativa. Se invece volete percorrere l'intero itinerario a piedi, sempre dalla partezan delle telecabine parte il sentiero n°525, che inizialmente risale tra i prati e gli enormi massi che costellano la base del sassolungo; dopo circa venti minuti si inizia arisalire il ghiaione, con ampi tornanti che, soprattutto nell'ultima parte di fanno anchen piuttosto ripidi. In circa un'ora si arriva poi al Rifugio Demetz, posto al lato della stazione a monte della telecabina.  Sul retro della costruzione si imbocca il sentiero n°526 che scende attraverso un ripido canalone; il sentiero è sempre segnato ma in alcuni punti può risultare un po' difficoltoso a causa dei gradoni rocciosi piuttosto alti; attenziona anche a seguire la traccia principale, in quanto di anno in anno questa può subire cambiamenti in seguito a frane o cedimenti del percorso. Terminata la prima parte di discesa, la traccia spiana decisamente e attraversa in diagonale i depositi detritici fino a giungere al rifugio Vicenza (2252m), dal quale si ha un’ampia e spettacolare veduta sulla Val Gardena. Ignorando il sentiero che scende ancora più a valle per il Rifugio sasso Piatto e il Monte Pana, si piega a destra imboccando il sentiero che, dopo alcuni tornanti in discesa, si dirige in direzione est, circondando la base del Sassolungo. La strada prosegue con alcuni saliscendi, con piccole rampe talvolta abbastanza decise, ma non si trovano particolari difficoltà. Giunti alla sommità di un piccolo colle erboso si incontra un bivio: prendendo il sentiero basso si scende leggermente nei boschi sovrastanti il Monte Pana per opi risalire tramite strada sterrata fino alla sella del rifugio Comici (2140m); proseguendo sul sentiero alto, invece, ci si manteine in quota attraversando in diagonale l'enorme ghiaione settentrionale del Sassolungo, passando proprio radenti alla parete. L'andamento di quest'ultimo percorso è più regolare, anche se in alcuni punti il sentiero potrebbe risultare sdrucciolevole. Dal Rifugio Comici si segue sempre il sentiero n°526/528 ritornando così al Passo Sella, attraversando la cosiddetta "Città dei Sassi", un enorme ammasso di pietre e massi originatosi da una frana preistorica caduta dal Sassolungo stesso. E' possibile seguire anche un sentiero più alto rispetto alla Città dei Sassi, molto gradevole e attrezzato con una serie di pannelli illustrativi sull'orografia e su fauna e flora locale.

Forcella Sassolungo

Arrivo al Rifugio Demetz

Discesa nel Vallone del Sassolungo

Vallone del Sassolungo

Arrivo al Rifugio Vicenza

Rifugio Vicenza

Sentiero per il Rifugio Comici

Ghiaione finale verso il Rifugio Comici

Panorama sullo Sciliar

Sentiero per il Passo Sella

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: