Viel del Pan (Tn)

Il Viel del Pan è un percorso tracciato sulle orme di un'antica via di comunicazione tra la Valle di Fassa e l'Agordino, utilizzata nei secoli passati per il trasporto e il commercio di cibo e altri beni. L'intero itinerario si svolge al cospetto del Ghiacciaio della Marmolada, che lo rende uno dei percorsi più suggestivi di tutte le Dolomiti del Sella. Punto di partenza è il Passo Pordoi (2239m, nei pressi della casa alpina del CAI. Ssi prende il sentiero n°601 che si stacca nei pressi di una piccola chiesa; nella prima parte la strada sale in maniera abbastanza dolce su un fondo ghiaioso. Dopo circa cinque minuti la pendenza si fa più decisa e il sentiero si snoda tra rocce scalinate e tratti ghiaiosi; esistono due varianti in questo tratto: quella che si tiene più in quota è sicuramente la migliore, in quanto meno ripida. Raggiunta così la quota di 2300 metri, la pendenza cala leggermente fino a scollinare in località Col de Cuch (2360m), alla base del piccolo rialzo dove si trova il Rifugio Sass Becè (2426m), da cui si gode di uno stupendo panorama sul Pordoi, sul Sella sul Sassolungo e sulla Marmolada. Restando sul sentiero si sale ancora per qualche minuto fino a 2380 metri, per poi affrontare una breve discesa fino al Rifugio Fredarola, a 2360m. Da qui il sentiero n°601 si trasforma in una stradina a mezza costa di facile percorrenza con continui saliscendi che in poco più di tre quarti d'ora portano ai 2436m del Rifugio Viel del Pan.Da qui si prosegue lungo lo stesso sentiero che si fa via via più stretto e in alcuni tratti il passaggio è reso difficoltoso da piccole frane. La strada a mezza costa prosegue a saliscendi fino a quando non si incontra il sentiero proveniente dal Passo Fedaia (2057m). A questo punto si sbuca in una vallata alla sommità della quale si intravede la nostra meta. Ora si sale mediante tornanti ripidi e stretti che in circa un quarto d'ora portano ai 2516m del moderno Rifugio Gorza. Da qui si gode della miglior visuale sulla Marmolada ma anche sulla retrostante Val Badia e sul gruppo di Fanes. Il ritorno si effettua sulla stessa strada dell'andata oppure scendendo sul modernissimo funifor di Porta Vescovo fino ad Arabba (1605m), nel Livinallongo e da qui prendere l'autobus che riporta al Passo Pordoi o a Pecol. Il percorso non presenta nessuna difficoltà ed è decisamente escursionistico; unica nota alcuni passaggi un po' esposti durante la traversata verso il Rifugio Gorza.

Passo Pordoi

Sassolungo dal Col de Cuch

Viel del Pan

Viel del Pan

Rifugio Viel del Pan

Rifugio Viel del Pan

Marmolada

Lago Fedaia

Marmolada e Gran Vernel

 

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: