Rifugio Scotoni e Rifugio Lagazuoi (Bz)

Il Lagazuoi con i suoi quasi 2800 metri domina il paesaggio del Passo Falzarego e, per le vicende vissute durante il periodo della Grande Guerra, è una montagna che trasuda storia da ogni roccia. Con questo itinerario è possibile raggiungerne la vetta attraverso un percorso molto suggestivo, anche se leggermente faticoso. Si parte dal campeggio sas Dlacia, lungo la strada che da San Cassiano porta al Passo Valparola. Parcheggiata l'auto nell'ampio spiazzo ci dirigiamo in direzione est, seguendo i segnavia per la capanna Alpina. Il sentiero sale leggermente nel bosco, supera una piccola cappella e, attraversato il torrente con un ponte, raggiunge in circa venti minuti il rifugio Capanna Alpina (1720m). Si scende ora a livello del torrente Ru Sciarè e lo si attraversa seguendo i segnavia per il Rifugio Scotoni (sentiero n. 20). Di fronte a noi è ora ben visibile il tracciato della celeberrima pista dell'Armentarola, che iniziamo a risalire con comodi tornanti. La strada è molto larga e in alcuni tratti si affrontano rampe piuttosto impegnative. Con qualche tornante si prende rapidamente quota ed in circa mezz'ora dalla Capanna Alpina si raggiunge il Rifugio Scotoni (2040m), adagiato in una bellissima radura tra imponenti pareti rocciose. Proseguiamo in direzione sud lungo il sentiero n. 20; il sentiero si dirige verso la bastionata rocciosa da cui precipita con bellissime cascate il torrente. Il sentiero supera il balzo con comodissimi tornanti veramente ben tracciati e sostenuti con tronchi e muretti a secco; in circa quindici minuti si raggiunge l'altipiano su cui si trova il Lech de Lagaciò. Il sentiero prosegue ora nell'ampio vallone, con pendenza regolare circondati dalle stupende pareti rocciose della Piza de Medo, della Piza Sud e del Lagazuoi Gran. Oltrepassiamo il confine tra il Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies e il Parco delle Dolomiti Ampezzane e continuiamo a salire. Pian piano la vegetazione lascia spazio alla roccia, che ci accompagnerà fino alla vetta. Giunti ai 2400 metri dell'Alpe Lagazuoi superiamo alcuni saliscendi tra le rocce, portandoci alla base del ghiaione terminale, in cima al quale è ben visibile il Rifugio Lagazuoi. Il sentiero piega ora a sinistra e risale dolcemente fino alla Forcella Lagazuoi (2573m), dove si apre il bellissimo panorama del versante sud, verso il Passo Falzarego. Rimane ora da risalire il ghiaione terminale; iniziamo prendere quota con comodissimi tornanti sostenuti da tronchi e tracciati in maniera eccezionale, con pendenze decisamente dolci; in circa quindici minuti risaliamo il pendio, passando vicino ad alcune fortificazioni e gallerie risalenti alla Prima Guerra Mondiale, raggiungiamo dapprima la stazione a monte della funivia e in seguito il panoramico Rifugio Lagazuoi (2750m), dalla cui terrazza il panorama spazia, da est verso ovest, sulla Val Travenanzes, la Tofana di Rozes, la conca d'Ampezzo, il Sorapiss, le Cinque Torri, l'Averau, il Civetta e la Marmolada.

La sterrata tra la capanna Alpina e il rifugio Scotoni

Il Valun de Lagaciò salendo al Rifugio Scotoni

Rifugio Scotoni

Il Lech de Lagaciò con la Cima Scotoni

L'ampia vallata in direzione nord

Il ghiaione terminale prima del rifugio

Il Gruppo del Sella dal Lagazuoi

La Marmolada dal Rifugio Lagazuoi

Rifugio Lagazuoi

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: