In ferrata senza Casco e con poche protezioni, la nuova "Moda" fa arrabbiare il Cnsas

Sembrerebbe una nuova moda, che purtroppo ha già preso piede con altri sport e differenti situazioni, parliamo del fatto di "postare" sui Social Network immagini di situazioni pericolose e di grande impatto visivo al solo scopo di attirare commenti e attenzione del pubblico.

In questa vicenda i protagonisti sono un gruppo di ragazzini, che hanno "postato" sui Social Network le immagini della loro stupida impresa, effettuare tutta la Ferrata della Memoria sulle Dolomiti, senza casco e con pochissimo materiale di sicurezza.

La ferrata in questione è un percorso abbastanza complesso da non sottovalutare , si sviluppa per 700 metri, con 260 di dislivello nella gola del Vajont. Di recente questo spettacolare percorso è stato appena ultimato, come sempre alla base della salita sono stati inseriti i soliti cartelli di sicurezza e raccomandazioni varie, che obbligavano l'utilizzo di un Set da Ferrata, Imbrago, Caschetto, Guanti e calzature adatte. I ragazzi invece avrebbero effettuato la salita senza nessun tipo di sicurezza, inserendo poi sui Social le immagini di questa goliardica impresa.

Il Cnsas Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, non ha certamente fatto finta di nulla, e ha condannato la cosa come estremamente pericolosa soprattutto per il rischio di emulazione che potrebbe suscitare da parte di altre persone.

“In montagna l’emulazione ha provocato molte vittime e ne produrrà. Mai lasciare il buon senso nel bagagliaio” ammonisce il capo del Soccorso Alpino veneto, Fabio Bristot Rufus.

Corvatsch Gruppi

 

 

 

 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal:

 


Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Info estese
www.saliinvetta.com