Monte Melma (914 mt.) da Ballabio (Lc)

 

CARATTERISTICHE

Dislivello:  300 mt.

Attrezzatura: Scarponcini da Escursionismo, zaino e qualche cosa per ripararsi

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato:  1.00 Ora

DESCRIZIONE

 

 

Il Monte Melma ( 914 mt.) è una vetta poco conosciuta delle Prealpi Lecchesi; la sua posizione, a cavallo tra tra cime notoriamente più frequentate (Monte Due Mani e il Resegone), lo rendono poco frequentato pur essendo ubicato a due passi dalla Città di Lecco.

La gita in questione presenta un dislivello modesto e può essere frequentata in tutte le stagioni, anche in inverno

 

La presente escursione costituisce, insieme alla partenza da Laorca (fraz. di Lecco) uno dei modi più semplici per raggiungere la cima del Monte Melma, volendo aumentare il percorso è possibile partire anche da Lecco

Potete seguire il percorso sulla Cartina Kompass nr. 105 Lecco e Valle Brembana, il nostro Sentiero è identificato con il Numero 43

 

Attraverso la "nuova strada della Valsassina" SS36, dopo la serie di gallerie, raggiungiamo Ballabio (Lc); giunti alla prima rotatoria del paese svoltare a sinistra lungo la Via provinciale (terza uscita).

Proseguire per un centinaiodi metri fino ad incontrare il bivio dove a sinistra si stacca la SP63 Strada Per Morterone, svoltiamo a sinistra e immediatamente prendiamo la prima strada a destra (Via della Ratta). I posti auto sono limitati, vi consigliamo di posteggiare appena possibile.

Proseguiamo quindi lungo Via della ratta, mantenendo la direzione  sinistra in salita. Raggiunta una bella villa (visibile in foto qui sotto) proseguiamo diritti seguendo l'unico Sentiero disponibile.

Ballabio (Lc) Via della Ratta, partenza itinerario 

Iniziamo così a salire attraverso un bellissimo bosco di castani e betulle.

Il sentiero ci porta a guadagnare rapidamente dislivello, tanto che ben presto è possibile ammirare anche un panorama su Ballabio (Lc) e sulla strada che conduce a Morterone (Lc), uno dei paesi più piccoli d'Italia.

Prima parte del Sentiero da Ballabio al Monte Melma

Vista della Strada per Morterone dal Sentiero Ballabio-Monte Melma  

Noi continuiamo a salire senza possibilità di errore.

Dopo un lungo tratto quasi pianeggiante incontriamo un cartello in legno che indica "Sass Quader" Sentiero Casati.

Il "Sass Quader" non è nient'altro che l'anticima del Monte Melma, volendo è infatti possibile seguire questa indicazione percorrendo un sentiero leggermente più panoramico e nell'ultimo tratto (cento metri prima della vetta) in comune con il Sentiero nr. 41 proveniente da Laorca (Lc).

Noi per proporre un percorso totalmente nuovo e più diretto abbiamo preferito proseguire diritti in salita !

Sentiero da Ballabio al Monte Melma, intersezione Sentiero Sass Quader Casati 

Elleboro Rosa, lungo il Sentiero nr. 43 da Ballabio al Monte Melma (Lc)

In molti tratti il Sentiero è anche delimitato da una staccionata in legno, è un percorso ben tenuto e solitamente frequentato (soprattutto il fine settimana).

Sentiero da Ballabio al Monte Melma, serie di staccionate in legno

Sentiero da Ballabio al Monte Melma, serie di staccionate in legno 

Continuiamo a salire alternando tratti in salita ad altri a pendenza costante, dopo circa 40 minuti dalla partenza incontriamo un grande spiazzo dove è situata una piccola struttura con una grande antenna ripetitrice. Noi proseguiamo diritti prendendo un piccolo sentierino che si farà via via sempre più marcato in leggera discesa.

Sentiero da Ballabio al Monte Melma, antenna ripetitore  

Sono presenti anche dei grandi massi dove troviamo i segnavia bianchi e rossi del percorso ! Il tracciato è ben segnalato ed è impossibile sbagliare.

Vista su Ballabio e Grigna dal Sentiero Ballabio-Monte Melma

Sentiero da Ballabio al Monte Melma, tratto finale

Dopo un primo tratto in discesa le pendenze si stabiliscono e si prosegue in piano, nell'ultimo tratto si riprende a salire (brevemente) fino ad incontrare davanti a noi la bellissima vetta del Monte Melma (Lc).

La Croce in legno, recentemente restaurata, è situata sulla sommità di una roccia, dove è presente anche una statua di una madonna.

Con un po di attenzione è possibile arrampicarsi sulla roccia e salire fino alla croce (attenzione a non scivolare), godendo di uno straordinario panorama a 360° che spazia da Lecco, al Monte Due ManiResegone, Grigne e il paese di Ballabio (Lc).

Proprio in questo punto, dalla nostra sinistra, proviene anche il Sentiero nr. 41 proveniente da Laorca (Lc)

La vetta del Monte Melma - 914 mt.

La vetta del Monte Melma - 914 mt.

 

Per la discesa abbiamo due possibilità:

La prima è quella di percorrere fedelmente lo stesso presente itinerario di salita qui descritto

La seconda opzione è invece quella di scendere in discesa dalla vetta del Monte Melma, seguendo il Sentiero nr. 41 proveniente da Laorca (Lc), dopo circa 150 metri di cammino si incontra un cartello di legno che indica Ballabio Sentiero Casati, prendendo questa direzione ci ricongiungeremo con il bivio incontrato in salita dove veniva indicato il "Sass Quader" Sentiero Casati. Da questo punto in avanti si ripercorre poi il medesimo itinerario di salita.

 

Non perdetevi anche il nostro Videotrekking, Buona visione:

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: