La Cascata del Toce

Cascata del Toce

L'immagine che nel corso degli anni ha maggiormente caratterizzato la Val Formazza è senza ombra di dubbio quella della Cascata del Toce (Frütt Fall in dialetto Walser), situata in fondo alla vallata poco prima del borgo di Riale precisamente nella frazione di Frua.

La cascata è costeggiata anche dall'Antica Via Gries, che ha unito per secoli Milano e Berna

 

La Cascata è la seconda in Europa per altezza e presenta un salto d'acqua di 143 metri su un di una parete rocciosa di oltre 200 metri.

Il fiume Toce nasce nella Piana di Riale, a nord della cascata, dall'unione dei torrenti Morasco, Gries e Roni e, superato l'impressionante salto, percorre l'intera val d'Ossola sfociando nel Golfo Borromeo nel Lago Maggiore; le sue acque vengono utilizzate, come quasi sempre accade in queste valli, per la produzione di energia, da qui la formazione del lago artificiale di Morasco (situato a monte della cascata) e utilizzato per la produzione di energia elettrica con le centrali di Ponte e altri impianti disposti lungo il corso del fiume.

La bellezza del paesaggio e dello scenario maestoso della cascata sono attirano da quasi due secoli visitatori provenienti da tutta Italia; proprio pochi metri prima del salto, infatti, nel 1863 fu costruito un bellissimo albergo in stile Decò, modernissimo per l'epoca disponeva di ben 120 posti letto con acqua calda e fredda in tutte le camere.

L’Albergo passò prima alla Montedison e poi all’Enel (era residenza per i rispettivi dipendenti), successivamente venne ceduto a privati che realizzarono miniappartamenti; ancora oggi il luogo è polo attrattivo per automobilisti e motociclisti che transitano sulla strada che porta a Riale.

 

La Cascata del Toce fu visitata ed amata da numerosi visitatori illustri come Richard Wagner, Gabriele D'Annunzio, la Regina Margherita, il Re Vittorio Emanuele III, Giosuè Carducci e dall’Abate Antonio Stoppani, i quali già la definirono come la cascata più bella delle Alpi.

La Cascata del Toce, tuttavia, non è costantemente ammirabile da parte del pubblico: per esigenze di produzione idroelettrica, infatti, questa rimane aperta solamente durante il periodo estivo e per una porzione limitata della giornata (orientativamente da Giugno a Settembre); negli altri momenti l'acqua viene fatta scorrere in condotte forzate sotterranee e destinata alle turbine.

Per conoscere gli orari di apertura è necessario consultare di volta in volta il sito internet del Comune di Formazza, dove sono indicate con precisione tutte le fasce orarie.

 

 

Rifugio Diavolezza

 

 

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: