itenfrderues
 

Rifugio Ombrega e Alpe Dolcigo da Margno (Lc)

CARATTERISTICHE:

Dislivello: 980 mt. positivo e 100 mt. negativo

Attrezzatura: Scarponcini da escursionismo e indumenti per ripararsi nello zaino 

Difficoltà:  (?)

Tempo impiegato: 3,30 ore

DESCRIZIONE:

Escursione al Rifugio Ombrega, una bellissima struttura situata in Alta Var Marcia (Alta Valsassina) a quota di 1580 mt, con partenza da Margno (Lc). Durante la salita raggiungeremo anche l'Alpe Dolcigo (situato 10 minuti prima del Rifugio) e soprannominato la culla della Capra Orobica grazie alla produzione locale di formaggi di Capra Razza Orobica.

L'itinerario seppur abbastanza lungo permette di scoprire luoghi fantastici dell'Alta Valsassina; come "punto intermedio" saliremo anche al Pian delle Betulle, uno straordinario balcone panoramico sulla valle.

Potete seguire tutto l'itinerario sulla Cartina Kompass nr. 105 - Lecco e Valle Brembana

 

Raggiungiamo quindi Margno (Lc) tramite la Strada Statale della Valsassina che da Ballabio (Lc) prosegue attraversando tutta la valle; superato il paese di Taceno (antico centro termale) raggiungiamo Margno (Lc), proseguiamo fino a svoltare in Via Pian delle Betulle (oppure seguiamo i cartelli che indicano Funivia): raggiungeremo così l'ampio parcheggio dove è possibile lasciare la nostra auto (750 mt. di quota).

Attenzione! Il parcheggio è a pagamento con "gratta e sosta" tutti i giorni nei seguenti periodi : dal 15/6 al15/9 e dal 23/12 al 6/1; negli altri periodi dell'anno si paga sempre durante i Week End e nei giorni festivi (consigliamo di chiedere informazioni prima di posteggiare).

Lasciata la vettura ci portiamo verso il termine del parcheggio (nei pressi di una pompa di benzina) e iniziamo a salire lungo la strada asfaltata;  alla nostra destra vediamo dei classici cartelli escursionistici del Cai e un gigantesco pannello indicativo, troviamo i Pian delle Betulle indicati a 1 ora e 45, il Rifugio Santa Rita a 4.30 ore e il Pizzo Tre Signori a 6.45 ore

Ci incamminiamo quindi sulla ripida strada asfaltata, costeggiamo alcune case e proseguiamo sempre in salita.

Parcheggio del Piazzale Funivia di Margno (Lc)

Primi cartelli escursionistici nei pressi del parcheggio Funivia di Margno (Lc)

Ci introduciamo così nel bosco, il fondo diventa in cemento e incontriamo un bivio nei pressi di una costruzione dell'acquedotto; sul muro troviamo un piccolo dipinto che indica i Pian delle Betulle a destra, seguiamo l'indicazione e proseguiamo.

Al bivio seguire l'indicazione del dipinto, svoltare a destra

Iniziamo così a salire con pendenza costante abbastanza marcata nel bosco a tornanti, guadagnamo quota fino a raggiungere un gruppo di baite diroccate e altri ruderi. Il fondo ora si trasforma completamente sterrato e ci troviamo a quota 950 mt.

Gruppo di Baite diroccate e ruderi - 950 mt.

Lasciandoci i ruderi alla nostra destra proseguiamo lungo l'unico sentiero disponibile; superato un tornante incontriamo un sentierino che si stacca alla nostra sinistra e prende a salire ripido nel bosco. Svoltiamo anche noi e prendiamo questa direzione.

Svoltiamo a sinistra in salita seguendo questo sentiero

Dopo un tratto a pendenza abbastanza sostenuta, dove sono presenti anche alcuni gradoni di legno, le pendenze si stabilizzano e proseguiamo in falsopiano (1150 mt.). Nel frattempo ci siamo alzati molto e vediamo il Monte di Muggio (1800 mt.) con il centro abitato dell'Alpe Giumello davanti a noi in lontananza.

Tratto pianeggiante nel bosco

Vista Monte di Muggio e Alpe Giumello

Sempre immersi nel bosco proseguiamo con leggera pendenza in salita, attenzione nel periodo autunnale per l'elevata presenza di fogliame che potrebbe nascondere eventuali rocce.

Bellissimi colori autunnali

Sentiero che prosegue nel bosco

Raggiunto un torrentello (1200 mt.) lo superiamo prestando attenzione a non scivolare e proseguiamo con pendenza costante. Nel frattempo il bosco inizia a diradarsi e la vista si apre su un prato con alcune baite sullo sfondo, si tratta dell'Alpe Piazza (1200 mt.).

Attraversiamo questo torrente, 1200 mt. di quota

Bellissimo panorama sull'Alpe Piazza

Continuiamo nel bosco e incontriamo un cartello in legno che indica la direzione per Margno, utile per il nostro ritorno. Avanziamo ancora e nel giro di pochi minuti raggiungiamo la Strada Agro-Silvo-Pastorale che sale da Crandola Valsassina (Lc), descritta già in questo itinerario.

Troviamo anche dei cartelli escursionistici che indicano i Pian delle Betulle a 30 minuti di cammino, la nostra meta intermedia

Ricongiunzione con la Strada Agro Silvo Pastorale da Crandola, svoltiamo a sinistra

Su strada quindi carrozzabile proseguiamo con pendenza costante fino a raggiungere un bellissimo nucleo di case, molto curato; si tratta dell'Alpe Grasso (Alpe Gras in dialetto) situato a 1350 mt.

Percorriamo la ripidissima strada a fondo cemento che attraversa le case e ci lasciamo l'alpeggio alle spalle.

Alpe Gras (Alpe Grasso) a 1350 mt.

Le pendenze diminuiscono e ci troviamo sempre immersi nel bosco, nel frattempo in alto sono già ben visibili le prime costruzioni dei Pian delle Betulle.

Incontriamo quindi una piccola sbarra che vieta l'ingresso ai mezzi a motore non autorizzati. Proseguiamo nell'ultimo tratto su fondo di cemento con una lunga grata per l'acqua; in pochi minuti raggiungiamo i Pian delle Betulle proprio nei pressi dell'arrivo della Funvia.

Troviamo alcuni cartelli escursionistici, da qui viene menzionato il nostro Alpe Dolcigo (e di conseguenza anche il Rifugio Ombrega) e naturalmente il Rifugio Santa Rita

Pian Delle Betulle, Cartelli Escursionistici

Prendiamo così la stradina ciottolata che costeggia alcune case e un Ristorante/Pizzeria, proseguiamo ora quasi pianeggianti.

Raggiunta una costruzione in cemento con l'acquedotto ci troviamo alla sinistra in salita una fontana e alcuni cartelli/pannelli escursionistici (vediamo la foto qui sotto). Qui ci troviamo anche sul ricongiungimento con l'itinerario che da Alpe Paglio raggiunge il Rifugio Ombrega, descritto in questo articolo.

Seguiamo la direzione proposta dalla freccia : Rifugio Santa Rita e Pizzo Tre Signori

Pian delle Betulle cartelli escursionistici 

Proseguiamo nel bosco con pendenza pianeggiante, davanti a noi arriviamo ad un gruppo di case: ci troviamo all'Alpe Ortighera (1505 mt.).

Ci manteniamo sulla strada e attraversiamo l'alpeggio; lasciate anche le ultime case il sentiero (molto largo e carrozzabile) prende a salire ripido a tornanti nei prati.

Incontriamo anche un cartello escursionistico che indica Alpe Ombrega e Rifugio Ombrega, proseguiamo in questa direzione.

Alpe Ortighera - 1505 mt.

Cartelli escursionistici dopo l'Alpe Ortighera 

Panorama sul Pian delle Betulle dall'Alpe Ortighera

Dopo un primo tratto di salita la strada, sempre con fondo sterrato, diventa un lungo traverso semipianeggiante, proseguiamo sempre fino a raggiungere un punto di sosta con un pannello illustrativo (dove troviamo anche la presentazione del nostro Rifugio Ombrega e dell'Alpe Dolcigo) e alcuni tavoli in legno. Ci troviamo presso il Larice Bruciato (Lares Brusàa m. 1708).

Ci manteniamo sulla sinistra e proseguiamo.

Località Larice Bruciato - 1708 mt. 

L'itinerario ora prosegue pianeggiante alternando alcuni tratti di salita ad altri di discesa; è impossibile sbagliare in quanto il sentiero è solamente uno.

Arriviamo in un punto panoramico; davanti a noi in lontanza vediamo anche Premana (Lc); ci troviamo presso la Bocchetta di Olino (1640 mt. di quota).

Nei pressi di un muro troviamo anche scritto Rifugio Santa Rita e Pizzo Tre Signori.

Sentiero verso la Bocchetta di Olino

Proseguiamo per qualche minuto fino a raggiungere un bivio; noi dobbiamo prendere rigorosamente a sinistra, a destra invece prosegue il sentiero verso il Rifugio Santa Rita.

Deviazione a sinistra verso il Rifugio Ombrega e Alpe Dolcigo

La strada inizia a scendere in leggera discesa, dopo circa 10minuti di cammino troviamo un cartello in metallo che indica alla nostra sinistra l'Alpe Dolcigo con vendita di formaggi locali di Capra Razza Orobica.

Alpe Dolcigo

In questo alpeggio potete acquistare formaggi di capra di razza Orobica che, nella stagione invernale, avete la possibilità di trovare a Cortabbio fraz. di Primaluna (Lc) in Via Varca. Teniamo a precisare che i gestori, la Signora Giovanna e il figlio Walter Vitali, hanno vinto diverse mostre regionali sulla Capra Orobica.

Noi abbiamo visitato personalmente l'alpeggio e ve lo possiamo certamente consigliare, ecco qualche foto che abbiamo scattato:

Alpe Dolcigo Logo con i recapiti

Alpe Dolcigo vista Aerea con Drone

Alpe Dolcigo

Alpe Dolcigo

Capre Razza Orobica, allevamento Alpe Dolcigo

Capre Razza Orobica, allevamento Alpe Dolcigo

Capre Razza Orobica, allevamento Alpe Dolcigo

I formaggi prodotti dall'Alpe Dolcigo

Una volta visitato l'Alpeggio consigliamo di ritornare sui propri passi e di riprendere il sentiero principale.

Proseguiamo  su sentiero pianeggiante fino a raggiungere in 15 minuti di cammino il Rifugio Ombrega (1580 mt. di quota) la meta finale del nostro itinerario.

Rifugio Ombrega - 1580 mt. 

Rifugio Ombrega Aerea Autunnale

Cartello del Rifugio Ombrega

Internamente sono disponibili diversi posti a sedere per gustare la cucina tipica del Rifugio. La cuoca è ufficialmente la mamma, ma anche Stefano ai fornelli non se la cava affatto male !

Esternamente sono disponibili diversi tavoli, tra cui uno dedicato ai bambini, per pranzare divertendosi e gustandosi il panorama su Monte Legnone (2609 mt.), Legnoncino (1714 mt.), Sasso Dirotto e il centro abitato di Premana (1000 mt.).

Il Rifugio Ombrega all'interno 

La via del ritorno è da effettuarsi sugli stessi passi dell'andata, non segnaliamo nessun tratto particolarmente difficile. Facciamo attenzione all'ultimo tratto che da Pian delle Betulle scende verso Margno (Lc) a causa del fogliame che potrebbe risultare molto scivoloso

Seguite anche tutto l'itinerario con il nostro Videotrekking ! Buona visione :


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: