Sentiero del Viandante - Tappa 4, da Dervio (Lc) a Piantedo (So)

 

CARATTERISTICHE

Dislivello:  700 mt. - 20 km di lunghezza

Attrezzatura: Scarpe da escursionismo semplice, zaino, qualche cosa per ripararsi e da mangiare

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato:  5,00 Ore 

DESCRIZIONE

 

Vi descriviamo ora la quarta e ultima tratta del Sentiero del Viandante, caratterizzata da una moltitudine di paesaggi che spaziano dall'Alto Lago alla Valtellina. Partenza da Dervio (Lc) sulle sponde del Lago di Como (punto di arrivo della Tappa numero 3), si prosegue poi fino a Piantedo (So) alle porte della Valtellina, per poi concludere definitivamente alla Stazione Ferroviaria di Colico (Lc).

Potete seguire il percorso sulla Cartina Kompass nr. 105 - Lecco e Valle Brembana, in aggiunta nella parte finale dell'articolo trovate il tracciato Gpx scaricabile gratuitamente per seguire nel dettaglio il tracciato

 

Punto di partenza del percorso è la Stazione Ferroviaria di Dervio (Lc), situata in Via Roma (230 mt. Di quota).

Posteggiata la vettura (diversi posteggi disponibili) procediamo verso il centro cittadino dove incrociamo uno dei cartelli del Sentiero poco dopo il bellissimo B&B La Casa sul Sasso.

Stazione Ferroviaria di Dervio, partenza

Centro di Dervio (Lc) dopo il B&B Casa sul Sasso 

Il percorso si snoda inizialmente tra le vie del paese per poi incrociare una scalinata su fondo ciottolato, incontriamo un cartello turistico che indica il Castello di Dervio, proseguiamo in questa direzione.

In pochi minuti raggiungiamo così il bellissimo Castello, situato in posizione elevata a protezione del centro abitato, venne costruito tra il XII e XIV secolo per controllare la Valvarrone e il Lago.

Sentiero del Viandante verso il Castello di Dervio

Castello di Dervio 

Lasciato il Castello di Dervio proseguiamo su fondo asfaltato, il tracciato è perfettamente segnalato da una serie di classici cartelli arancioni del Sentiero del Viandante.

Ammiriamo fin da subito una serie di punti panoramici sul Lago

 Sentiero del Viandante visuale su Dervio (Lc)

Riprendiamo una strada a fondo ciottolato fino a scorgere davanti a noi un bellissimo Borgo Medioevale, siamo a Corenno Plinio, uno dei borghi più spettacolari del Lago di Como.

Il suo castello è edificato su una rupe che domina il centro abitato ed in origine era integrato nel sistema difensivo del borgo. La sua costruzione risale all'epoca medievale. Essendo di proprietà privata, è visitabile con guida una volta al mese, su prenotazione

Sentiero del Viandante, vista su Corenno Plinio

Corenno Plinio

Restiamo per qualche centinaio di metri sulla Strada Provinciale asfaltata (lasciandoci alla nostra sinistra la Taverna del Castello - Ristorante e Bar) fino a incrociare nuovamente sulla destra una strada su fondo ciottolato che si sviluppa sopra ad un parcheggio (diversi cartelli presenti).

Sentiero del Viandante, dopo Corenno Plinio 

Proseguiamo ora quasi pianeggianti su questa stradina, qualche decina di minuti dopo prendiamo il sentierino sterrato nel bosco che prosegue con pendenza leggermente più marcata.

Raggiungiamo così il piccolo centro abitato di Mandonico (situato sopra a Dorio), qui troviamo le indicazioni per la chiesetta di San Giorgio che raggiungeremo in pochi minuti.

Frazione di Mandonico 

Proseguiamo per una decina di minuti su strada ciottolata/sentiero fino a scorgere la bellissima chiesetta in posizione panoramica sul Lago.

La costruzione è precedente al 1400 e al suo interno si possono apprezzare affreschi veramente caratteristici, come quello situato sulla parete settentrionale della Chiesa risalente al 1492 (completamente ristrutturati nel 1983)

Chiesetta di San Giorgio in Mandonico 

Il sentiero prende ora a salire con una serie di gradoni a pendenza abbastanza sostenuta, guadagniamo rapidamente dislivello e incrociamo diverse panchine e punti di sosta collocati a lato della strada.

Sentiero del Viandante, Verso San Rocco

Arriviamo così alla piccola frazione di San Rocco ( 484 mt. di quota) dove è situata una bellissima chiesetta, la Chiesa di San Rocco, la quale offre uno tra i panorami più spettacolari di tutto l'itinerario.

Sentiero del Viandante, Visuale panoramica da San Rocco

Chiesetta di San Rocco 

Proseguiamo ora pianeggianti in costa con un sentiero perfettamente segnalato, possiamo ammirare un panorama unico sul Lago e in particolare sul Laghetto di Piona dove è situata anche la Famosa Abbazia di Piona (Lc).

Sentiero del Viandante, Panorama sul Laghetto di Piona 

Intersechiamo in alcuni punti la rumorosa SS36 Strada Statale del Lago di Como e dello Spluga, fino a giungere alla tranquilla e caratteristica frazione isolata di Perdonasco (appartenente al Comune di Dorio).

Sentiero del Viandante, verso Peronasco

Frazione di Perdonasco

Si prosegue sempre su sentiero ben segnalato fino a raggiungere una nuova frazioncina minore, Sparesee (sempre del Comune di Dorio)

Frazione di Sparesee

Lasciate alcune case ci portiamo attraverso un caratteristico e tranquillo bosco dove sorge anche la Chiesetta di Santa Maria Regina dei Monti.

 

Lasciata quest'ultima frazione incrociamo una strada carrozzabile su fondo di cemento (percorribile anche dalle auto per raggiungere le frazioncine), qui è possibile volendo tagliare alcuni tornati proseguendo nel bosco (ben segnalati), oppure è consigliabile mantenersi sulla strada per non rischiare di sbagliare.

In leggera discesa raggiungiamo così la frazione di Posallo (Comune di Colico) situato alla quota di 436 mt.

Sentiero del Viandante, verso Posallo

Frazione di Posallo 

Ci manteniamo su strada asfaltata (seguendo i numerosi cartelli del Sentiero oppure con il nostro tracciato Gpx) fino ad intersecare il Torrente Perlino, facilmente attraversabile da una passerella in legno.

Qui troviamo dei cartelli escursionistici del Cai (visibili qui sotto in foto) e seguiamo le indicazioni per la Chiesa di San Rocco, situata a 15 minuti di cammino da questo punto.

Sentiero del Viandante, da Posallo alla Chiesa di San Rocco 

Raggiungiamo così il bellissimo borgo di San Rocco con la sua omonima Chiesa del XIV/XV Secolo (restaurata in tempi recenti), sono disponibili anche una serie di pannelli descrittivi della Chiesa e del Borgo, molto interessanti da leggere.

Seguiamo successivamente i Cartelli del Sentiero del Viandante, il sentiero sarà in una prima parte bel bosco e poi su fondo asfaltato.

Chiesa di San Rocco  

Raggiungiamo il Torrente Inganna (452 mt.) facilmente identificabile da un cartello escursionistico e superiamo il suo corso d'acqua

Raggiungiamo così una serie di abitazioni, siamo in loc. Ca' Bassana in frazione di Curcio (Colico), in questo punto è facile sbagliare in quanto ci troviamo tra le vie del paese. Vi consigliamo di seguire il nostro tracciato Gpx oppure di percorrere in ordine le seguenti strade: Via Chiaro (la nostra provenienza), svoltare in Via Bonella (al termine della Via cè una Cartello del Sentiero) e successivamente la Va Chierello, da questo punto in avanti riprendono con regolarità i Cartelli.

Sentiero del Viandante, indicazioni alla Frazione Curcio 

Passiamo sotto ad una serie di cavalcavia della sovrastante SS36, la stanchezza in questo tratto inizierà a farsi sentire ma teniamo duro, non manca moltissimo.

Passiamo nei pressi del B&B La Casa del Viandante e imbocchiamo un sentierino su fondo irregolare nel bosco.

Il Sentiero, inizialmente pianeggiante e successivamente con una serie di tornanti in discesa ci porterà finalmente al bellissimo Santuario Madonna di Valpozzo, nel Comune di Piatedo, in Valtellina !

Santuario della Madonna di Valpozzo 

L'origine del Santuario non è documenta, secondo alcuni scritti però la zona (loc. Valpozzo del Comune di Piantedo – So) ricorre in numerosi documenti del XVI Secolo.

La tradizione legata alla costruzione del Santuario racconta che un giorno un Viandante, che procedeva lungo il nostro Sentiero dalla Pianura verso le Valli di Sondrio e della Svizzera, venne aggredito da alcuni briganti che lo derubarono e ferirono a morte.

Il pover uomo invoca la Madonna pregando di salvarlo e promettendogli la costruzione dell'edificio religioso, il miracolo avviene e l'uomo fa rientro in paese raccontando l'accaduto.

Alcuni suoi compaesani gli credono, altri no, ma tutti si trovano d'accordo con l'idea di costruire una chiesetta, Rifugio dei Viandanti.

 

In questo luogo così ricco di storia e tradizione termina così ufficialmente il nostro bellissimo Sentiero del Viandante.

A questo punto non ci resta che rientrare alla Stazione Ferroviaria di Colico (Lc),la quale dista un paio di km dal Santuario (30 minuti a piedi).

Lasciato l'edificio religioso procediamo sempre diritti percorrendo nell'ordine la Via Colico, successivamente Via al Confine e infine Via Nazionale Nord fino a raggiungere la Stazione, per non sbagliare potete seguire i Cartelli Stradali oppure il nostro Tracciato Gpx.

Stazione Ferroviaria di Colico (Lc) 

 

Un Video che permette di seguire passo passo il Trekking e di ammirare questo fantastico percorso:

 

Disponibile file .gpx del percorso, accedi tramite il pannello sottostante per visualizzare e scaricare il file !


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: