Anello del Monte di Muggio, Alpe Giumello (Lc)

CARATTERISTICHE:

 

Dislivello: 250 mt.

Attrezzatura: Scarponcini semplici da escursionismo

Difficoltà:  (?)

Tempo impiegato: 3 ore

 

DESCRIZIONE: 

L'anello del Monte di Muggio è uno stupendo percorso escursionistico ad anello che permette di scoprire tutti e 4 i versanti del Monte Croce di Muggio (1799 mt.), in Alta Valsassina e ai piedi del centro abitato dell'Alpe Giumello.

Possiamo seguire tutto il percorso sulla cartina Kompass nr.105 Lecco e Valle Brembana

 

La partenza è situata presso l'Alpe Giumello (Lc), a quota 1531 mt. Questo punto è facilmente raggiungibile risalendo tutta la Valsassina tramite la Statale fino a Margno (Lc); una volta superato il paese occorre seguire le indicazioni a destra per Alpe Giumello.

Ricordiamo che la strada anche se un po' stretta è perfettamente asfaltata, superiamo un primo Rifugio ( sulla nostra sinistra) e posteggiamo poco più avanti nei pressi del Ristoro Genio dove troveremo un ampio parcheggio.

Dopo fermatevi a mangiare al bellissimo Ristoro Genio, non ve ne pentirete !

Alpe Giumello (Lc), parte finale del parcheggio con la stanga 

Lasciata la nostra vettura (1531 mt.) ci dirigiamo verso il "termine" del parcheggio in direzione dell'abitato di Giumello; qui troviamo una stanga e la oltrepassiamo.

Il primo tratto (come generalmente tutto l'itinerario) è pianeggiante; passiamo nel prato che sovrasta il piccolo centro abitato di Alpe Giumello, uno dei centri più caratteristici della Valsassina.

Seguendo l'unico sentiero disponibile ci lasciamo il paese alle spalle raggiungendo invece l'Alpe Chiaro (1533 mt.), un alpeggio dove è anche possibile acquistare dei formaggi.

Sentiero verso l'Alpe Chiaro

Alpe Chiaro loc. Alpe Giumello (Lc) 

Superato Alpe Chiaro il sentiero si stringe diventatando percorribile solo a piedi; il panorama è stupendo e sotto di noi possiamo ammirare il Lago di Como con la punta di Bellagio, i due rami e il Triangolo Lariano.

Panorama sul Lago di Como 

Il sentiero è solamente un; con un brevissimo strappetto ci manteniamo in piano fino a raggiungere la loc. Prà Bolscino (1530 mt.), identificata da un cartello escursionistico. Non troviamo nessuna costruzione, ma solo (come suggerisce il nome) un prato erboso con uno straordinario panorama che spazia dal Lago fino al Gruppo del Monte Rosa.

Sentiero verso Prà Bolscino

Località Prà Bolscino

Località Prà Bolscino 

Proseguiamo sul sentiero che ci porta ad addentrarci nel bosco, cambiando versante, e ci troviamo ora sul Versante Settentrionale; l'ambiente è completamente diverso, siamo infatti passati dai prati assolati ad un fitto bosco di larici e rododendri.

Il sentiero è semplice, quasi completamente pianeggiante fatta eccezzione per qualche "salto di roccia" che dobbiamo superare ricorrendo anche all'uso delle mani. Nulla di impegnativo, ma occorre prestare attenzione.

Versante settentrionale con il Bosco di Larici

Versante settentrionale con qualche salto di roccia 

Proseguiamo fino ad intersecare un piccolo sentierino (foto di dettaglio qui sotto), che si stacca dal principale e prosegue in discesa nel bosco. Ad identificare il punto troviamo dei cartelli di legno che indicano Alpe Giumello a destra; noi per il momento ignoriamo questa direzione e iniziamo la discesa nel bosco.

Anche se non indicata questa è la stradina per raggiungere la Chiesa di San Ulderico, ritenuto originariamente un eremo dell'XI sec.

Deviazione per la Chiesetta di San Ulderico

Effettuati circa 50 mt di dislivello in discesa eccoci davanti alla Chiesa di San Ulderico, a quota 1392 mt. Il punto è ottimo per fare la sosta; troviamo anche un bel prato verde e una fontana.

Ci concediamo una sosta per ammirare il paesaggio : davanti a noi vediamo il Legnoncino e il Legnone (2609 mt.) , la montagna più alta della Provincia di Lecco.

Poco più in basso vediamo il Lago di Lecco e i piccoli paesi di Vestreno e Sueglio

Chiesetta di San Ulderico  

Riprendiamo il sentiero, ripercorrendo gli stessi nostri passi in salita e raggiungiamo il "punto del bivio" indicato poco fa. Svoltiamo quindi alla nostra destra continuando con il nostro percorso ad anello.

Il percorso riprende a essere completamente pianeggiante, senza nessuna difficoltà ed immerso in totale relax in un bosco di faggi.

Questi due versanti nel bosco, durante i periodi estivi, consentono di camminare sempre in ombra evitando il sole battente.

Attraverso un Bosco di faggi 

Proseguiamo lasciandoci alle spalle il bosco; ci troviamo ora in un pendio erboso comune al primo versante che abbiamo attraversato. Incontriamo anche dei cartelli escursionistici che indicano la salita alla croce di vetta del Monte di Muggio (1799 mt.), descritta in questo itinerario

Cartello escursionistico che indica anche la vetta del Monte di Muggio 

Dopo qualche centinaio di metri di sentierino riprendiamo una strada sterrata carrozzabile che in pochi minuti ci riporta al nostro parcheggio delle auto dell'Alpe Giumello (1531 mt.) nei pressi del Ristoro Genio, naturalmente dal lato opposto rispetto a quello da cui siamo partiti.

Ultima parte del sentiero verso l'Alpe Giumello

Strada carrozzabile verso il parcheggio dell'Alpe Giumello

Abbiamo effettuato quindi il percorso ad anello, scoprendo 4 versanti ognuno dei quali con caratteristiche ambientali completamente differenti.

 

Vi mostriamo anche qualche foto aerea realizzata con il nostro Drone :

Vista del parcheggio Alpe Giumello con il Ristoro Genio

Vista sulla Valsassina

Alpe Giumello (Lc)

Alpe Giumello (Lc)

 

Qui trovate il nostro Video con una stupenda ripresa in Drone :

Commenti  

# Giorgio 2019-09-13 22:32
Citazione Patrizia:
In effetti confermo anche io ciò che ha scritto marinella. Ho fatto l'anello mercoledì 11 settembre 2019 e ci sono dei punti impervi e secondo me ancora più difficili se l'anello lo fai partendo da sinistra del parcheggio. I punti impervi e scivolosi sono nel bosco.
Il giorno 12 settembre sul sentiero e non fuori è scivolato un ragazzo rompendosi una gamba. Quindi massima attenzione.


Buongiorno Patrizia !
Ti ringrazio per il commento, sicuramente in alcuni punti occorre prestare attenzione (come da noi descritto nel percorso...)
Ad ogni modo tutto dipende dalle condizioni della giornata, se ha piovuto di recente e fatto umido (come nei giorni scorsi...) il rischio di scivolamento è sicuramente più frequente...
Prima di effettuare il percorso sarebbe meglio consultare le strutture di riferimento, nella parte iniziale dell'articolo abbiamo citato per esempio il Ristoro Genio che è un nostro amico e vi potrà dare ogni tipo di informazione live e aggiornata !
Buone passeggiate :)
+1 # Patrizia 2019-09-13 10:58
In effetti confermo anche io ciò che ha scritto marinella. Ho fatto l'anello mercoledì 11 settembre 2019 e ci sono dei punti impervi e secondo me ancora più difficili se l'anello lo fai partendo da sinistra del parcheggio. I punti impervi e scivolosi sono nel bosco.
Il giorno 12 settembre sul sentiero e non fuori è scivolato un ragazzo rompendosi una gamba. Quindi massima attenzione.
+1 # Giorgio 2019-08-19 03:21
Citazione Marinella Malacrea:
Seguendo le vostre dettagliate informazioni (grazie!) ho effettuato ieri (13.08.19) l'escursione 'anello del Monte di Muggio'. Meraviglioso panorama e meraviglioso ambiente boschivo. Voglio però segnalarvi che il sentiero in mezzo al bosco è molto meno agevole di quanto descritto e franoso in parecchi punti, il che si somma alla difficoltà dei passaggi di roccette. Fattibile, per carità, ma con parecchia attenzione (ho raccolto i commenti anche di altri frequentatori di ieri)



Buongiorno Marinella
Ti ringrazio moltissimo per il tuo commento, faremo anche noi delle verifiche e altri scatti e poi aggiorneremo il nostro articolo. Un caro saluto e grazie ancora per la registrazione. Giorgio
+1 # Marinella Malacrea 2019-08-14 11:15
Seguendo le vostre dettagliate informazioni (grazie!) ho effettuato ieri (13.08.19) l'escursione 'anello del Monte di Muggio'. Meraviglioso panorama e meraviglioso ambiente boschivo. Voglio però segnalarvi che il sentiero in mezzo al bosco è molto meno agevole di quanto descritto e franoso in parecchi punti, il che si somma alla difficoltà dei passaggi di roccette. Fattibile, per carità, ma con parecchia attenzione (ho raccolto i commenti anche di altri frequentatori di ieri)

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: