Pista Deborah Compagnoni, Santa Caterina Valfurva (So)

Pista Deborah Compagnoni vista generale

Difficoltà della Pista : Nera e Rossa          Dislivello: 910 mt.

La pista Deborah Compagnoni, è una delle più belle e tecniche di tutta la Valtellina, ed è situata nella Skiarea di Santa Caterina Valfurva (So)

Sulla Pista Deborah Compagnoni si svolsero nel 2005 i Campionati Mondiali di Sci alpino (tutte le discipline femminili) mentre sull'altrettanto famosa Pista Stelvio di Bormio (So) si svolsero i Campionati Mondiali maschili.

 

La Pista la si può "dividere" in due parti ben distinte, una parte alta e una parte invece inferiore.

Il primo tratto inizia rispettivamente dall'arrivo della Cabinovia intermedia Sobretta a quota 2649 mt. e termina all'intermedia di Plaghera ( 2123 mt.), questo tratto è sicuramente quello più impegnativo

Il secondo tratto invece prosegue da Plaghera fino a Santa Caterina Paese (1738 mt.), a parte un primo tratto iniziale abbastanza dificile la parte finale è più semplice (classificata anche come una pista rossa)

 

Prendiamo dal centro del paese di Santa Caterina Valfurva (1738 mt.) la Cabinovia a 8 posti di recente costruzione, proseguiamo fino a giungere all'intermedia di Plaghera dove scendiamo e riprendiamo il trattosuccessivo.

La Cabinovia ci porta ora a quota 2649 mt. presso l'intermedia Sobretta, attenzione a non proseguire in quanto nella fermata successiva scende in Valle dell'Alpe

Lasciato l'impianto alla nostra destra (guardando valle) prosegue la Pista dell'Alpe, noi invece dobbiamo naturalmente proseguire diritti in netta discesa.

Dopo un primissimo tratto bello largo (subito in forte pendenza) ci spostiamo verso sinistra, qui la pista si stringe notevolmente e le pendenze si riducono.

Superato un tornante incontriamo un bel muro pendente (nuovamente largo) ci troviamo sul così detto "Muro Sobretta", manteniamoci sul lato di sinistra in quanto a destra si stacca la Pista Adler

Un cambio di pendenza improvviso decreta la fine del muro con un lunghissimo salto (nei campionati del mondo), questo salto è il celebre "Salto delle Reti", noi possiamo utilizzare questo punto per far riposare un pochino le gambe

Proseguiamo su pendenza costante e meno accentuata fino ad incontrire nuovamente un netto cambio di pendenza, ci troviamo sul "Salto del Gallo" seguito da un tratto in netto aumento di pendenza con la pista che si stringe (il Canalino)

Le pendenze infine terminano in un lungo falsopiano (dove occorre far correre gli sci) ci troviamo sul Pianone di Plaghera nei pressi dell'intermedia, inizia ora il "secondo tratto inferiore".

Pista Deborah Compagnoni, Santa Caterina Valfurva

La pista è molto larga, superato il tratto in falsopiano ci introduciamo nel bosco incrociando anche la linea di salita della nostra cabinovia, noi ci manterremo sempre il più possibile a sinistra, sulla destra si dirama anche la Pista Cevedale

La pista è molto larga e tutta diritta, possiamo scegliere la linea migliore ed effettuare curve molto ampio

In questo secondo e ultimo tratto le pendenze sono diminute, la parte inferiore della Pista Deborah Compagnoni è anche classificata come rossa.

Ci manteniamo sulla sinistra dove la pista si stringe leggermente per poi aprirsi definitivamente con vista sul centro cittadino di Santa Caterina Valfurva dove termina ufficialmente questa bellissima discesa (1738 mt.)

Parte finale Pista Deborah Compagnoni, Santa Caterina Valfurva

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: