Monte Barro da Galbiate (Lc)

CARATTERISTICHE

Dislivello: 550 mt

Attrezzatura: Scarpe da escursionismo e Zaino con indumenti di ricambio

Difficoltà: (?)

Tempo impiegato: 2 Ore

DESCRIZIONE

 

Buongiorno amici, oggi vi vogliamo portare sul Monte Barro, una montagna di 922 metri di altezza, essa costituisce la prima cima delle Prealpi ed è anche la più vicina per i turisti provenenti da Milano tramite la SS36 che passa proprio in una galleria al di sotto di essa.

Il Monte Barro è compreso principalmente nel Comune di Galbiate ( come già accennato raggiungibile dalla SS36 prendendo l'uscita Civate,Pescate e Galbiate) , dove è presente anche la Sede del Parco !

Il nostro punto di partenza è stato proprio Galbiate, principalmente di fronte alla sede del Parco, sita in Via Bertarelli nei pressi dell'omonima Villa Bertarelli, qui è presente un'ampio parcheggio dove posteggiare la vettura, ricordiamo che raggiungere la Villa è molto facile basterà infatti seguire i cartelli indicativi per la Sede del Parco Monte Barro.

Il parcheggio a Galbiate - Villa Bertarelli

Proseguendo con la strada asfaltata ci lasciamo alle spalle le ultime case del paese, la pendenza è lievissima quasi pianeggiante e tutta su fondo asfaltato, dopo qualche decina di minuti raggiungiamo un piccolo Borgo, questo è il famoso Camporeso.

Camporeso inizio del Borgo

Caporeso ( o anche Gamboleso) Borgo del 1300, nei primi anni del 900 era composto solamente da 90 persone, oggi è considerato moltissimo per la sua particolare unità compositiva delle sue abitazioni ed è anche presente una sede del Parco Monte Barro.

Terminato un breve cenno ritorniamo a noi, proseguendo per qualche decina di metri ci troviamo di fronte dei cartelli descrittivi sulla storia del Borgo e anche delle indicazioni escursionistiche, troviamo solamente una direzione : "Collegamento Sentiero n. 301" che è sostanzialmente il percorso da seguire, proseguiamo e ci addentriamo nel bosco, qui le pendenze iniziano a salire in modo più marcato.

Primo Bosco

Dopo una decina di minuti sempre nel bosco e con fondo a tratti sconnesso e regolare raggiungiamo nuovamente dei cartelli escursionistici, nessuno di essi indica la direzione della vetta , quindi in un primo momento potrebbero essere ingannevoli, noi dobbiamo svoltare alla nostra sinistra per la "Baita Pian Sciresa" ( nel lato destro era indicato Galbiate come meta, quindi ci avrebbero riportato al punto di partenza).

Terminato il bosco raggiungiamo un punto estremamente panoramico, una serie di prati a vista sul Lago di Annone, Pusiano e sulle vette del Corno Birone e del Cornizzolo . Questo è anche un punto per ammirare i numerosissimi Reperti Archeologici che sono presenti sul nostro Monte Barro, tra la fitta vegetazione dei prati incolti, vediamo spesso delle fondamenta di case, opportunamente cintate e descritte con alcuni brevi cenni storici.

Lago di Annone e di Pusiano

Reperti Archeologici

Seguendo l'unica via disponibile ci portiamo nuovamente el bosco, questa volta con pendenza quasi pianeggiante, dopo pochi minuti raggiungiamo una strada asfaltata con un parcheggio di auto, notiamo che alcuni turisti si sono spinti fino a queste quote tramite le loro vetture ( 600 mt. di quota) , possiamo ammirare anche una bellissima Statua dedicata agli Alpini.

Indicazioni nei pressi del Parcheggio Alpini

Statua Alpini

Adesso riprendiamo la strada asfaltata in direzione salita, costeggiamo qualche parco giochi e area picnic nei pressi della "Baita Alpina" una struttura Bar/Ristorante. Proseguendo sempre sulla strada asfalata ci portiamo verso l'Eremo, ovvero una struttura visibile anche alzando lo sguardo verso la montagna al di sopra di noi, la pendenza qui è abbastanza leggera e non ci sono particolari problemi, ricordiamo la possibilità di seguire qualche traccia nel bosco per tagliare i numerosi tornanti.

La baita Alpina

Giunti ad un cartello escursionistico, posto anche su un punto estremamente panoramico, leggiamo di essere nei pressi di "Culcinera" a quota 686 metri, ormai siamo nei pressi dell'Eremo, che dopo pochi minuti appare di fronte a noi, esso è sede dell'Ostello Parco Monte Barro, di un bar-ristorante, del Centro Visitatori Parco “G. Panzeri”, dell'Antiquarium del Museo Archeologico del Barro, del laboratorio di educazione ambientale, del laboratorio di archeologia, e luogo dove sorge la chiesa tardo gotica di Santa Maria e dove si possono ammirare i faggi secolari del Parco storico.

Punto Panoramico sul Lago di Lecco e città

Dopo esserci addentrati nel " cortile" dell'Eremo notiamo dei nuovi cartelli escursionistici, questa volta viene riportata come indicazione la dicitura : Vetta - lungo il sentiero N. 302 a 35 minuti di distanza da qui.

Eremo

Osserviamo l'indicazione e proseguiamo, il sentiero prende a salire abbastanza bruscamente poi si ferma di fronte ad una ripida salita a scalinate, in questa direzione un cartello escursionistico ci informa di essere di fronte al "Sentiero Botanico", che si sviluppa appunto lungo questa scalinata, qui è possibile ammirare tante specie Floreali opportunamente etichettate con i loro nomi.

Sentiero Botanico

Da questo punto inizia veramente la parte terminale e più impegnativa del percorso, terminato il sentiero raggiungiamo una casetta di osservazione e rilevamento incendi, proseguiamo sempre diritti ( unico sentiero) e dopo qualche minuto iniziamo a perdere quota in discesa, successivamente riprendiamo a salire in un tratto relativamente spoglio di piante, di fronte a noi, precisamente in alto a sinistra intravediamo la croce de Monte Barro e prendiamo coscienza del fatto che il sentiero ci porterà a perdere quota scendendo per poi risalire fino alla cima.

Infatti così è, perdiamo una certa e modesta quota fino a stabilizzarci per qualche centinaio di metri in modo pianeggiante nel bosco, seguendo la traccia il sentiero prende ora a salire in modo molto marcato.

Proseguendo una stretta serie di tornanti ci porterà a guadagnare del gran dislivello, in molti punti sarà anche necessario l'uso delle mani per superare del brevi e semplici tratti di roccia.

Tratto Finale

Lungo il percorso un susseguirsi di cartelli escursionistici ci riporta sempre la dicitura Vetta come l'unica disponibile, l'ultimo di essi ci indica solamente la meta a 5 minuti .

E così è ! All'ultimo momento ecco apparire di fronte a noi l'alta croce di vetta del Monte Barro, che con i suoi 922 metri e una cima con visuale a 360° domina uno straordinario paesaggio.

Monte Barro Croce di Vetta

 

Panorama su Lecco che si gode dalla cima

Da qui possiamo vedere il centro di Lecco con il Lago e tutte le montagne limitrofe, di nuovo vediamo il Lago di Annone e di Pusiano, il Corno Birone e il Cornizzolo e tutta la Pianura Padana.

 

La via del ritorno si sviluppa sugli stessi passi dell'andata, prestando attenzione al primo tratto che incontriamo, ovvero quello delle rocce.

 

Ed ecco anche l'esclusivo VideoTrekking su tutto il percorso :

 

 

Commenti  

# Giorgio 2019-04-30 21:22
Citazione Andrea:
Grazie mille Giorgio.. Un ultima domanda; una volta arrivati alla croce del monte Barro è possibile proseguire per fare un pezzo in piu per allungare il giro? :-)


Ciao Andrea !
No beh una volta in cima non hai tante altre possibilità :) Eventualmente potresti scendere e esplorare un po la zona del parco archeologico !
# Andrea 2019-04-30 14:22
Grazie mille Giorgio.. Un ultima domanda; una volta arrivati alla croce del monte Barro è possibile proseguire per fare un pezzo in piu per allungare il giro? :-)
# Giorgio 2019-04-29 15:38
Citazione Andrea:
Buongiorno, bellissimo percorso.. Una domanda, ma una volta arrivati in cima o nei pressi della cima si trova una baita per pranzare? Grazie mille! :-)


Grazie mille Andrea ! Grazie anche del tuo messaggio...
Allora sulla cima no, potresti scendere poco pi sotto all'Eremo di Monte Barro (che è un ristorante, trovi il loro sito anche), oppure alla Baita Alpina che trovi descritta nel percorso.
Nell'itinerario ho menzionato entrambe le strutture...
Se ti serve altro chiedimi pure... a presto. Giorgio
# Andrea 2019-04-29 11:08
Buongiorno, bellissimo percorso.. Una domanda, ma una volta arrivati in cima o nei pressi della cima si trova una baita per pranzare? Grazie mille! :-)

LogoAlpeTeglio

 

I nostri Partner :

 

 


Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: