itenfrderues

Scialpinismo sul Piz San Gian (3134 mt.) con partenza da St. Moritz, 6/05/18

 

Nella giornata di Domenica 6 Maggio optiamo per una Gita Scialpinistica nella vicina Engadina, in Svizzera.

Vista ormai la stagione avanzata optiamo per una cima con esposizione Nord, scegliamo di salire il Piz San Gian (3134 mt.) da St. Moritz, una meta famosa e generalemente frequentata anche in stagione avanzata

Giornata dal punto di vista meteo soleggiato e caldo, decidiamo di partire quindi relativamente presto al mattino, scelta che si rivelerà indovinata anche per l'ottima condizione di neve !

Dislivello : 1350 mt. D+, Difficoltà : BS

 

Partiamo da Lecco alle ore 5.00 del mattino (partenza che a mio avviso si sarebbe potuta meglio anticipare di 30minuti), risaliamo in direzione di Chiavenna e passiamo la Dogana Svizzera.

Superato il Passo del Maloja costeggiamo Silvaplana e il lago proseguendo in direzione di St. Moritz Bad (strada principale Nr. 27), svoltiamo nei pressi del TCS Camping St. Moritz dove possiamo lasciare la nostra vettura ( ci sono moltissimi posti auto) proprio parallelamente alla strada principale 27, quota di partenza 1770 mt.

Parcheggio delle auto 

Lasciata la vettura attraversiamo a piedi il ponte sul fiume e poco più avanti svoltiamo a sinistra in direzione degli ampi prati ( anello da fondo invernale).

Costeggiamo il bosco sempre a piedi fino ad incrociare sulla destra una strada sterrata, la risaliamo fino ad incontrare il tratto terminale della pista Hahnensee che scende dagli impianti del Corvatsch.

Tratto bosco verso la Pista Hahnensee

Pista Hahnensee nel Comprensorio Corvatsch 

Montiamo finalmente gli sci ( quota 1900 mt. Circa) e risaliamo il tracciato, inizialmente nonostante il mattino presto (ore 7.30) la neve era abbastanza morbida e per il primo tratto non sono stati necessari i rampant, successivamente dopo aver risalito un paio di centinaio di metri la pista incontriamo (in direzione S-E) un ripido canale che si stacca leggermente alla nostra sinistra.

Prendiamo questa direzione abbandonando la pista che invece svolta a destra e iniziamo a risalirlo (qui per precauzione abbamo montato i rampant).

Il canale si presenta abbastanza stretto e ripido, oltretutto una frana di sassi l'ha limitato per metà rendendolo ancora più stretto.

Con numerose inversioni lo risaliamo interamente fino a portarci su un di un pendio molto largo e con pendenza più dolce.

Verso ultimo canalino sul colle 

Con lunghe diagonali risaliamo il pendio manteendoci a sinistra, incontriamo nuovamente un secondo breve ma ripido canalino che risaliremo anch'esso con gli sci e con numerose inversioni.

Raggiungiamo quindi i 2756 mt. Di una sella, attualmente ci troviamo in completo campo aperto con bellissimi panorami a 360°, alla nostra sinistra appare il Piz da l'Ova Cotschna (altra importante meta scialpinistica). La fatica si fa già sentire parecchio, abbiamo già guadagnato quasi 1000 metri di dislivello con uno sviluppo in termini di km molto basso (circa 4)

Ci spostiamo in direzione Sud su facili e morbidi pendii disegnando un'ampio semicerchio ed entrando nel vallone del Rosatsch

Questo è forse l'unico tratto simil pianeggiante dove far correre leggermente gli sci e riposarsi le gambe.

Verso il Vallone del Rosatsch 

Arriviamo davanti alla grande parete Nord del Piz San Gian (3134 mt), che appare proprio davanti a noi. Puntiamo diritti in direzione S-W

Risaliamo il pendio tra le rocce (centro parete con passaggio obbligato), molto ripido (circa 40°) con brevi e corti traversi. Superato le rocce traversiamo leggermente verso destra e successivamente verso sinistra

Vista della Parete Piz San Gian con la linea di salita

Superato un'atro ripido pendio incontriamo un breve falsopiano per poi risalire brevemente sulla cresta sci ai piedi fino alla cima del Piz San Gian (3134 mt.)

Dalla cima il Panorama è eccezzionale, si intravede St Moritz, il vicino Piz Surlej (3187 mt.) e lo straordinario gruppo del Bernina

Vetta del Piz San Gian

Amici sulla Vetta del Piz San Gian

Vetta del Piz San Gian e il Bernina 

Giorgio Tmk Selfie sulla vetta del Piz San Gian

La discesa si sviluppa sullo stesso itinerario di salita, attenzione nel primo tratto sul'impegnativa parete del San Gian (pendenze sui 40°)

Successivamente bellissima discesa attraverso i canalini della salita e infine sulla Pista Hahnensee fin dove troviamo neve

Discesa a Telemark Piz San Gian

Rientro a piedi verso St Moritz

Gli sci utilizzati per la gita sono stati i G3 Boundary 100 con attacco da Telemark Kreuzspitze TeleAlp.

 

Non perdetevi il Video ! Buona visione :


 

Commenta questo Articolo :
Solo gli utenti Registrati possono inserire e visualizzare i commenti sugli articoli

Effettua Il Login qui a lato oppure Clicca qua per Registrati


 

Accedi

Effettua il Login:

Nome utente*
Password : *
Ricordami
 

I nostri Partner :

 

 

Condivimi Su :

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo contenuto si è rivelato utile ? E' sicuramente la cosa fondamentale, ma se vuoi ringraziarci ulteriormente puoi fare una donazione libera ! Grazie di cuore

Paypal: